fbpx

Fondi Comuni total return, cosa sono?

fondi comuni total return

I fondi comuni total return sono una tipologia di fondi comuni che hanno un’ottica totalmente diversa rispetto ai fondi “relative return”, cioè quelli con cui siamo abituati a confrontarci.

Oggi ti illustrerò le caratteristiche di questa tipologia di fondi. E vedremo anche la convenienza di questi fondi e se veramente rappresentano un’alternativa per gli investitori.

Andiamo per ordine e iniziamo a vedere le caratteristiche.

Cosa sono i fondi comuni total return

I fondi comuni total return sono fondi che mirano a conseguire un determinato rendimento (ovviamente positivo) indipendentemente da quello che fa il mercato.

Una prospettiva diversa dai fondi tradizionali, i fondi comuni relative return, che invece puntano a battere il benchmark.

Per fare un esempio, se l’indice S&P500 fa -10%, un fondo tradizionale punta a battere questo risultato. Se perde solo il 5%, il risultato è molto positivo.

I fondi comuni total return, invece, anche se l’S&P500 è in perdita punta comunque ad un rendimento positivo.

Come fanno a farlo?

Beh, tramite strategie diversificate.

Un fondo total return oltre ad assumere posizioni long (buy and hold), può aprire posizioni allo scoperto, variare l’asset allocation, aumentare o ridurre la quota obbligazionaria o liquida, usare derivati a copertura o per fare extra-profitti.

Per alcuni aspetti assomigliano un po’ ai fondi bilanciati. Ma a differenza di questi ultimi hanno un ventaglio di strategie ed opzioni molto più ampio.

Questo sembra tutto positivo. In effetti, il vantaggio rispetto ad un classico fondo solo long sembra notevole. Tuttavia, c’è da considerare che in realtà hanno anche delle controindicazioni.

Rischi fondi comuni total return

Tutte le strategie viste sopra possono aiutare il gestore a fronteggiare eventuali cali di mercato. Tuttavia, lo stesso gestore è anche molto “tentato” di usarle per puro market timing. Inoltre queste strategie sono comunque costose e quindi quando i mercati azionari salgono per molti anni consecutivi questi costi portano ad una sottoperformance non facile da sostenere.

Non a caso, negli ultimi anni molti fondi total return anche di grandi gestori internazionali hanno visto deflussi notevoli. Tanto da mettere a rischio la sopravvivenza di alcuni di questi.

Del resto, anche i rendimenti non sono sempre stati entusiasmanti.

Persino nella seconda parte del 2018, quando i mercati azionari hanno stornato, solo pochi total return sono riusciti a guadagnare.

In generale, le basse performance e gli altri costi di gestione hanno progressivamente allontanato molti investitori dai fondi comuni total return.

Conclusioni: conviene investire nei fondi comuni total return?

Personalmente non ritengo questi fondi particolarmente interessanti.

Pensare di guadagnare sempre in Borsa, tutti gli anni, a prescindere dall’andamento generale, è abbastanza utopico.

Più probabile guadagnare in termini relativi o guadagnare minimizzando la volatilità.

In generale, gran parte dei vantaggi di un total return si può realizzare con una buona asset allocation. Il tutto, però, senza gli alti costi di un fondo comune.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.