Trading online: truffa o occasione di guadagni?! Scopri la nostra opinione!

trading onlineIl trading online, ovvero la possibilità di investire attraverso una piattaforma installata sul proprio pc collegato ad internet, negli ultimi anni sta avendo un grande successo!
I dati parlano chiaro! Sempre più risparmiatori sono attratti dal trading online! Il numero dei Broker, ovvero di società che forniscono le piattaforme per poter operare sui mercati finanziari, nell’ultimo anno hanno subito un’impennata pazzesca!
Le ultime rilevazioni dicono che il numero di broker sia cresciuto di 242 unità! Un incremento dell’83% su base annua! Una crescita impressionante che testimonia un mercato in forte espansione dove la domanda da parte degli investitori cresce di anno in anno!

Trading online: ecco i motivi della forte espansione del settore!

Perché il mercato del trading online è così attrattivo e riscuote tanto successo! Abbiamo cercato di riassumerti le principali motivazioni:

  • per compiere operazioni di compravendita basta avere un pc collegato ad internet con su installata la piattaforma di un broker
  • si può fare trading anche disponendo di un capitale limitato. Anche solo di una manciata di centinaia di euro grazie alla possibilità di operare a leva

L’idea di poter operare ovunque disponendo di un capitale minimo per poter ottenere rendimenti potenzialmente interessanti ha un forte potere attrattivo ed alimenta il sogno di guadagni facili ed immediati.
La facilità con cui è possibile guadagnare tanti soldi con un capitale molto ristretto alimenta illusione di  poter diventare ricco in poco tempo!

Tradingonline: i miraggio dei guadagni elevati con pochi soldi grazie all’effetto leva!

La possibilità di guadagnare tanto con poco è sicuramente una delle motivazioni più forti che spinge i risparmiatori ad avvicinarsi al tradingonline! Chi fa tradingonline può investire più di quanto hai versato sul conto del broker grazie all’effetto leva!

L’effetto leva non è altro che l’aumento del capitale che hai a disposizione da poter investire grazie ad un prestito temporaneo di denaro da parte del tuo broker.
Un effetto leva di 200 significa che il capitale che puoi investire, supponendo che sul conto tu abbia versato 1.000 euro, 200.000 euro!

Con la disponibilità di un capitale così elevato può ben immaginare che è sufficiente una variazione minima dello strumento finanziario in cui hai investito per poterti portare a casa qualche centinaia di euro! Considerando che un’operazione del genere di norma la si conclude in qualche ora, nell’arco di una giornata puoi fare diversi trade e quindi portarti a casa bei soldini!

Se da un lato tutto questo effettivamente ha un vantaggio per l’investitore, dall’altro lato l’effetto leva non è esenta da rischi!
Parti dal presupposto che il broker non rischia MAI il capitale che ti presta! Quindi quando stai perdendo una parte del tuo capitale effettivo (i tuoi 1.000 euro) ti chiude l’operazione e resti a bocca asciutta! Se vuoi investire ancora devi apportare altro capitale!

Questo significa che se operi con una leva alta e l’operazione di va contro temporaneamente anche di pochi tick, il capitale investito potrebbe oscillare in negativo per un importo molto prossimo al tuo capitale reale e l’operazione viene chiusa in automatico dal broker!

Trading online: attenzione alle truffa dei broker!

Il mercato del trading online ha avvicinato al settore anche persone prive di scrupoli che hanno come unico obiettivo quello di spillare i soldi dei risparmiatori attraverso delle proprie truffe. I broker fasulli attirano gli investitori promettendo costi commissionali molto bassi. Una volta aperto il conto ed aver versato il capitale difficilmente riuscirai a riprendertelo! Inizieranno a inventarsi scuse di ogni genere!

In poche parole si sono fregati i tuoi soldi! Prima di avvicinarti al trading online è affidarsi ad un broker riconosciuto!

I broker autorizzati ad investire in Italia sono verificabili sul sito della Consob! Tuttavia sono innumerevoli le denunce da parte di risparmiatori fruttati anche da broker autorizzati!

Trading online: la nostra opinione

Il trading online non è necessariamente sinonimo di truffa o miraggio! Tuttavia, la facilità con cui è possibile fare trading online e l’illusione dei facili guadagni offuscano la mente di molti risparmiatori che non percepiscono i rischi di un’attività del genere!

Se vuoi diventare un trader devi sapere che:

  • molti broker sono nati per fregarti i soldi! La prima cosa da fare, quindi, è selezionare un broker serio!
  • non potrai mai diventare milionario partendo da 1.000 euro o addirittura meno!
  • la leva finanziaria va utilizzata conoscendone a fondo tutti i rischi!
  • come tutte le attività bisogna essere preparati. Bisogna studiare sodo e per tanto tempo prima di poter operare con soldi veri. Non pensare di poter diventare un trader vincente con un video corso di 15 minuti
  • bisogna stare incollati al pc per diverse ore al giorno ed è necessario avere una buona capacità di gestione del rischio anche e sopratutto a livello emotivo!

L’alternativa al trading online per guadagnare veramente!

Mi dispiace deluderti, benché se ne dica il trading online è un’attività difficile e molto rischia! C’è chi guadagna e vive con questa attività ma sono veramente in pochi a farlo! E soprattutto non hanno un capitale di 1.000 euro da investire ma è molto, molto più sostanzioso!

Insomma se non ami farti fregare i soldi cerca di stare alla larga da questo settore molto attraente! Anche perché delle alternative valide e serie per fortuna esistono!
Il portafoglio Crescita & Rendimento che investe nelle migliori azioni internazionali, quest’anno ha portato a casa un bel 31,85%! Se hai 1.000 euro questo investimento non fa per te. Ma dubito che ve ne sia uno valida per quella cifra!

Se, invece, disponi di una somma più elevata allora perché non approfittare della promo di NATALE che ti permette di sottoscrivere il servizio Crescita & Rendimento a meno di un caffè al giorno!?

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.