fbpx

Remote working, possiamo investimenti in questo nuovo trend?

remote working

In epoca di Covid-19 e lockdown, abbiamo avuto modo di conoscere alcuni termini nuovi. Termini che ormai stanno diventando di uso comune.

Tra questi ci sono sicuramente il remote working e lo smart working. Due termini spesso confusi tra loro e che ora andremo a chiarire. Ma, soprattutto, vedremo insieme se si sta veramente generando un nuovo trend e se si può investire qualora la risposta sia affermativa.

Remote working e smart working

I due termini sono spesso usati come sinonimi, ma non è proprio così.

Con remote working si intende letteralmente il “lavoro da un posto diverso dall’ufficio”. Può essere da casa, ma anche al bar o negli spazi di “coworking”. Per certi versi è l’evoluzione del telelavoro, però per come viene spesso inteso ne presenta tutte le limitazioni.

Infatti, spesso rimane la rigidità dell’orario di lavoro e molti altri problemi.

Lo smart working è un’evoluzione ulteriore, dove il lavoro non cambia solo perché si svolge in un luogo diverso dall’ufficio, ma anche, e soprattutto, perché cambia totalmente l’ottica. Lo smart working è incentrato sulla performance, non tanto sul quanto si lavora e sul controllo del lavoratore.

Detto questo, qui non ci interessa fare una disamina approfondita di questi aspetti. Se ne è parlato talmente tanto che sicuramente in rete troverete approfondimenti molto più dettagliati.

Ora, invece, ci interessa capire se questo è un trend sostenibile.

Il trend del Remote Working e opportunità di investimento

Sicuramente il Covid-19 ha accelerato notevolmente sulla diffusione di remote working e smart working.

Questo in tutto il mondo e anche in Italia l’accelerazione sulla questione è stata molto forte.

Ora, io non credo che nel giro di 1-2 anni tutte le aziende lavoreranno solo in smart working. La presenza in ufficio continuerà e molti lavori non sono ancora “virtualizzabili” completamente.

Tuttavia, la tendenza è favorevole. Personalmente posso dirvi che Educazione Finanziaria è organizzata in smart working ormai fin da quando ho avuto i primi collaboratori, oltre 10 anni fa, e francamente non capivo come le altre aziende non riuscissero a cogliere i vantaggi di questa forma di lavoro. Ora che le aziende lo stanno scoprendo, di sicuro non torneranno interamente indietro.

Possiamo investire su questo trend?

Sì e no. Forse è ancora presto, ma la strada dovrebbe essere segnata.

Un nuovo ETF per investire sul trend dello smart working

Direxion, un emittente di ETF e fondi di investimento americano, ha lanciato il primo ETF che ha come sottostante aziende legate in qualche modo al trend dello smart working.

L’ETF, che è quotato negli USA con il codice WFH ed ISIN US25460G7732, replica l’indice Solactive Remote Work Index, un indice di 40 società operanti in 4 settori: cloud, cybersecurity, gestione dei documenti online e remote communication.

L’America pesa per il 90%, mentre Canada, Cina, Giappone e Germania pesano ciascuno il 2,50%.

Ora, per noi forse non è così conveniente ora investire in questo ETF perché è un non armonizzato e fiscalmente penalizzante.

Però è sicuramente interessante che ci sia stata questa prima emissione. Direxion è un emittente piccolo, ma se l’ETF avrà un po’ di successo non è escluso che presto anche i big come Xtrackers, Amundi, Ishares e simili decidano di lanciare la loro versione. Una versione quotata anche in Italia e armonizzata.

Nel frattempo, investendo in un ETF Nasdaq o ETF tecnologia possiamo comunque avere un buon “proxy” di questo ETF. Infatti, non ti ho detto che l’ETF ha come principali partecipazioni Microsoft, Facebook, Amazon, Alphabet e Cisco. Praticamente buona parte delle aziende che hanno il peso maggiore tra gli ETF tecnologici.

Inoltre ricorda sempre che questi ETF settoriali non possono che rappresentare una piccola parte del tuo portafoglio complessivo, che deve essere organizzato in modo tale da avere una certa diversificazione settoriale e geografica. Proprio come ti insegnamo all’interno del nostro Corso Graduito Investitore Smart.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.