Quali sono i principali indici americani di Borsa?

indici americani

Investire su indici americani significa investire nel maggior mercato fiananziario del mondo.

Attualmente la Borsa americana rappresenta circa il 43% del totale della capitalizzazione delle Borse di tutto il mondo. Fino a poco tempo fa questa percentuale era addirittura vicina al 50%. Sugli indici di Borsa mondiali come l’MSCI World, poi, il peso degli USA è persino maggiore (ben oltre il 50%, in qualche indice anche oltre il 60%). Questo perché non in tutto il resto delle Borse mondiali è così facile investire.

Oggi vedremo quali sono i principali indici americani di Borsa che rappresentano il mercato USA.

Sono indici di cui ti ho parlato spesso su diversi articoli. Oggi vedremo il tutto in modo organico.

I principali indici americani

In America ci sono diversi indici azionari, ma a livello generale sono cinque quelli veramente importanti.

Il primo è lo storico Dow Jones Industrial. Si tratta dell’indice americano di Borsa più vecchio dopo il “fratello” Dow Jones Transportation e per decenni (e in parte anche oggi) è stato il più seguito, il “termometro” dell’andamento della Borsa USA. Composto da 30 titoli industriali, la costruzione è molto “strana”, perchè le varie azioni sono pesate per il loro prezzo nominale e non per la capitalizzazione. Nonostante questa costruzione strana, il suo andamento non è stato molto divergenti rispetto agli altri mercati.

Il secondo indice è l’S&P500. E’ ormai senza dubbio l’indice americano più seguito al mondo. Composto dalle maggiori 500 azioni americane per capitalizzazione, catalizza l’attenzione degli investitori, analisti e trader e in genere “detta la linea” di tutti i mercati mondiali.

Il terzo indice è l’MSCI USA. Questo indice non viene pubblicato in modo così diffuso come l’S&P500 o il Dow Jones Industrial. Tuttavia è molto usato da diversi ETF per investire negli indici azionari americani.

Dagli indici azionari americani generali alla tecnologia e small cap

I tre indici visti sopra sono indici generali. C’è poi un quarto indice americano particolarmente importante che è esposto principalmente sul settore tecnologico.

Si tratta del Nasdaq, il primo mercato azionario telematico. L’indice di questo mercato ha esordito nel 1971 con un valore di 100 punti e sebbene non sia composto da soli titoli tecnologici, la tecnologia rappresenta la quota più importante. A partire dagli anni ’90, con il maggior peso assunto da questo settore, l’indice Nasdaq ha assunto un’importanza quasi pari all’S&P500.

Ultimo tra gli indici americani è il Russell 2000, che è l’indice che racchiude 2.000 small e medium cap americane.

Questi sono i principali indici azionari americani. Su tutti questi, come ti ho spiegato in vecchi articoli, ci sono ETF su cui investire. Rappresentano quindi il modo migliore e più facile per investire sulla Borsa americana.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.