fbpx

Investimenti Esg: i tempi sono maturi? Riflessioni ed opinioni

investimenti EsgNegli ultimi anni si è iniziato a parlare sempre più frequentemente di investimenti Esg. Con tale termine si indica quegli investimenti rivolti a quelle attività che operano nel rispetto dei criteri Environmental, Social and Governance (ambiente, sociale e governance).
Realizzare investimenti Esg significa, quindi, finanziare quelle società che operano nel rispetto dell’ambiente, dei diritti sociali e nel rispetto di buone pratiche aziendali.

Tuttavia, la notizia dell’accordo sul libero scambio (RCEP) più grande al mondo per popolazione coinvolta e giro d’affari ha destato qualche perplessità. L’intesa, che ha coinvolto 15 paesi dell’area Pacifico-asiatica tra cui la Cina, non fa alcun riferimento a tutela dell’ambiente, rispetto dei diritti umani, responsabilità civile ecc. ecc.

Un accordo in controtendenza rispetto alla crescente sensibilità a livello mondiale verso queste tematiche. Sensibilità che in alcuni casi sta diventando necessità. Catastrofi ambientali indotte da un clima sempre più estremo sono all’ordine del giorno. Mari ed oceani ricolmi di plastica ci ricordano che il mondo non può più attendere.

Investimenti Esg contro investimenti tradizionali

Per capire se oggi sia conveniente realizzare investimenti Esg c’è un’unica soluzione: mettere a confronto le performance di un investimento tradizionale con un investimento Esg.
Nel grafico sottostante abbiamo messo a confronto le performance di un generico etf S&P500 contro due etf investimenti Esg. Abbiamo utilizzato nel confronto due Etf investimenti Esg per evitare che il confronto fosse falsato da un etf particolarmente performante e quindi non rappresentativo del settore.

Dal grafico sottostante puoi agevolmente notare che dal tonfo di marzo 2020 gli etf investimenti sostenibili hanno performato meglio del tradizionale S&P500.

investimenti Esg vs investimenti tradizionali

Le differenze di performance sono evidenti, ma certamente non macroscopiche come invece già sta avvenendo per altri settori.

La pandemia da coronavirus ci ha resi consapevoli che l’essere umano, benché negli ultimi 50 anni abbia registrato notevoli progressi con un aumento esponenziale del benessere, è un soggetto ancora molto vulnerabile e che non può nulla dinanzi alla forza della natura.

Questa maggior consapevolezza si è riflessa anche negli investimenti. Il capitale ha iniziato ad affluire verso quegli investimenti più rispettosi dell’ambiente. Sta maturando, quindi, la consapevolezza che il semplice progresso tecnico non potrà garantire un miglioramento delle condizioni di vita se non si è rispettosi dell’ambiente circostante!

Investimenti Esg: osservazioni e riflessioni

Benché in questo articolo ed in altri passati abbiamo utilizzato il termine “settore” per indicare gli investimenti a favore di quelle aziende attente alle tematiche ambientali, sociali e corretta politica di gestione, gli investimenti Esg non riguardano un settore!
Basti pensare, indipendentemente dal tipo di attività svolta, che ogni azienda può adottare criteri Esg. Salvo, chiaramente, quelle aziende che sono escluse per definizione dall’adozione di questi criteri. Un esempio per tutti sono le aziende produttrici di armi!

Questo chiarimento è fondamentale in quanto è difficile fare previsioni sulla maggiore o minore performance degli investimenti Esg rispetto a quelli tradizionali, non trattandosi di un settore ma di un modo di “fare azienda”.

Oggi l’investimento Esg sta iniziando, come hai visto dal grafico, ad attrarre capitale. Ma queste aziende saranno in grado domani di registrare delle performance migliori di quelle tradizionali tali da giustificare una maggiore affluenza di capitale? Ciò che fa muovere a rialzo i mercati sono gli utili attuali e quelli futuri.
Investire Esg sul piano morale è sicuramente una scelta giusta. Se ci fermiamo a valutazioni puramente numeriche, non è scontato, però, che le cose vadano nella stessa direzione!

Potrebbe esserci sicuramente un “evento” che potrebbe favorire gli investimenti Esg. Un incentivo potrebbe arrivare direttamente dai governi attraverso il riconoscimento di agevolazioni fiscali a quelle aziende che operano secondo criteri Esg.

Potrebbe nascere, sulla falsa riga dei PIR, un sistema che incentivi l’investimento in aziende con attività sostenibili. Ad esempio riconoscendo una defiscalizzazione a chi investe una parte del capitale in queste aziende.

In tal caso, potrebbe esserci una maggiore e constante affluenza di capitale in questo “settore” che potrebbe portare a registrare performance interessanti, almeno fino a quando esisterebbe l’incentivo!

Scopri i segreti per diventare un investitore di successo. Iscriviti al corso GRATUITO investitore SMART!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.