Donald Trump e Borsa: cosa possiamo imparare?!

Venerdì ti ho parlato delle possibili conseguenze in Borsa dell’elezione di Donald Trump alla presidenza USA. In questo articolo parlerò ancora del presidente USA, così come ne parlerò per l’ultima volta, almeno per ora, nell’articolo che pubblicherò domani.

Oggi però voglio spiegarti che lezione possiamo imparare dagli eventi recenti.

Donald Trump ci dice di non seguire i “guru” e non fare previsioni

Ripercorriamo un momento quale è stato il legame Borsa-Trump nelle ultime settimane.

Il presidente USA non era il candidato ideale dell’establishment finanziario. Quindi nel momento in cui è partito il suo recupero nei sondaggi soprattutto a causa dell’indagine FBI sulla Clinton i mercati hanno iniziato una fase di ribasso. In USA abbiamo avuto addirittura 7 sedute in rosso di seguito, un record per la storia recente.

Poi, non appena l’indagine è stata archiviata, è iniziato un recupero dei mercati, perché la vittoria di Hillary Clinton era più probabile.

Quindi l’imprevedibile, con Trump che vince. I mercati dovevano sprofondare, e invece… pessimismo subito riassorbito, mercati di nuovo in rialzo e Dow Jones di nuovo vicino ai massimi storici.

Ora, è chiaro che chiunque avesse provato a fare timing sull’elezione del presidente USA sarebbe andato incontro ad un potenziale bagno di sangue. Non solo perché i sondaggi sono stati disattesi, ma soprattutto perché la reazione dei mercati è stata esattamente contraria a quanto si prevedeva.

Io suggerisco sempre ai miei investitori di non speculare su queste situazioni. Perché le cose a volte possono andare bene, ma è più fortuna che altro, visto che di fatto nessuno sa come le situazioni possano evolversi.

Borsa: l’unico vero valore è la diversificazione!

Inoltre, nel lungo periodo indovinare i risultati di qualche giornata di Borsa non fa grande differenza.

Quello che conta veramente è avere un portafoglio ben diversificato con tutte le diverse classi di investimento, le quali reagiranno diversamente agli eventi macroeconomici, ma nel complesso aumenteranno il valore complessivo del portafoglio in linea con la crescita economica mondiale e dei mercati finanziari.

Se proprio vuoi fare delle “scommesse”, fallo variando la quota delle diverse classi di investimento, ad esempio aumentando o diminuendo la quota di azioni. Ma non andare “all in” sull’azionario o non uscire completamente da esso. Cerca sempre di rimanere bilanciato nelle tue scelte, in modo che tutto sia coerente con il tuo profilo di rischio.

Perchè se c’è una cosa che l’elezione di Donald Trump ci insegna è che il futuro nessuno lo conosce, quindi ascoltare sondaggisti o guru non ti porterà a grandi risultati.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.