Correzione mercati azionari: c’è un rischio?

correzione mercati azionari

Da inizio anno i mercati azionari hanno registrato un rialzo molto forte.

In poco meno di quattro mesi, l’indice MSCI World è cresciuto del 19%, il mercato europeo di oltre il 17%, i mercati emergenti, invece, hanno fatto quasi il +16% (in euro).

Rialzi davvero notevoli che possono far temere un rischio correzione mercati azionari.

E’ veramente probabile questa cosa? Vediamo oggi la situazione generale degli indici.

Correzione mercati azionari: quadro generale

Qualsiasi mercato al rialzo, nel corso del tempo, deve prevedere qualche correzione. Non si sale mai senza alcuna interruzione.

A seconda dell’orizzonte temporale che si va ad osservare, le correzioni possono essere più o meno ampie.

Ad esempio, su un orizzonte breve la correzione può essere di 2 o 3 punti e durare qualche giorno. Su un orizzonte pluriennale, le correzioni possono essere più profonde.

Da questo punto di vista, io vedo il rialzo attuale come il prosieguo del rialzo 2009-2017 che ha avuto una correzione abbastanza intensa nella seconda metà del 2018.

Nella maggior parte dei casi, però, il rialzo ha semplicemente riportato le valutazioni più o meno sui massimi del 2018. Vediamo, in dettaglio, la situazione di USA, Europa ed Emergenti.

USA:

correzione mercati azionari USA

Europa:

correzione mercati azionari Europa

Emergenti:

correzione mercati azionari Emergenti

Come puoi vedere, attualmente la situazione è che chi avesse investito in azioni lo scorso anno, oggi sarebbe appena in pari o in lieve profitto. Quindi, da questo punto di vista, non solo non ritengo probabile una correzione mercati azionari, ma ritengo addirittura che ci sia ancora notevole spazio di rialzo.

Correzione mercati azionari, le valutazioni.

Anche le valutazioni dei mercati azionari non sono particolarmente alte.

Ecco di seguito i principali multipli:

MSCI USA: P/E: 20,20, P/E utili 2019: 16,75, Dividend Yield: 1,98%

MSCI Europe: P/E: 15,47, P/E utili 2019: 13,35, Dividend Yield: 3,71%

MSCI Emerging: P/E: 13,11, P/E utili 2019: 11,84, Dividend Yield: 2,71%

Come puoi vedere, le valutazioni non sono economiche, ma nemmeno particolarmente alte. Europa ed emergenti in termini di P/E 2019 sono addirittura nella parte bassa della fascia 10-20. Gli emergenti si stanno addirittura avvicinando alla singola cifra.

L’unico mercato un po’ caro è l’America, che tuttavia non è poi molto lontana dalla media storica.

Se poi si considera che l’alternativa principale alle azioni, cioè i bond, rendono davvero poco con alcuni decennali vicini allo zero, è evidente che in questo momento le Borse non sono particolarmente care e hanno ancora spazio per crescere.

Concludendo, tutti i rialzi sono intervallati da alcune correzioni. E non è escluso che ce ne possa essere una anche a breve, considerando che stiamo andando verso il periodo meno favorevole dell’anno per le azioni (maggio-ottobre).

Tuttavia, la situazione generale per le azioni resta ancora positiva, con valutazioni non troppo alte e prezzi che sono non troppo lontani dai livelli di 12 mesi fa. Le azioni debbono quindi restare una componente importante del tuo portafoglio.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.