fbpx

Borsa in rialzo nel 2022: è possibile?

Borsa in rialzo

A Wall Street c’è un detto: “Se la maggior parte degli investitori scommette su un rally del mercato azionario, allora le azioni probabilmente scenderanno. Al contrario, quando tutti scommettono su un calo del mercato, la Borsa sale”.

In questo momento, lo scenario a cui stiamo assistendo si avvicina molto al secondo.

Questo perché il sentiment generale è focalizzato sugli scenari peggiori.

Del resto:

  1. Bank of America ha recentemente stimato sette aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve quest’anno.
  2. Anche Goldman Sachs, aumentando le sue previsioni da cinque a sette rialzi dei tassi di interesse.
  3. Ci sono venti di guerra ai confini tra Russia e Ucraina, con effetti ben noti sui prezzi di gas e petrolio.

Tutti elementi che di certo non fanno bene alla crescita mondiale, ai profitti e, quindi, alla Borsa.

La Borsa in rialzo potrebbe essere però una sorpresa

Ma cosa succederebbe se questi elementi non si dovessero verificare? O se dovessero avere effetti meno pesanti delle attese? O se, ancora, dovesse emergere qualche altro elemento positivo?

Oltre a tutte queste previsione nefaste, vi possono essere altri scenari?

Provo oggi ad ipotizzare uno scenario diverso.

La Casa Bianca sta cercando di trovare forniture di petrolio e gas naturale per aiutare l’Europa; è consapevole della minaccia e vorrebbe ridurre i prezzi alla pompa negli Stati Uniti e allentare la crescita dell’inflazione. Allo stesso tempo, dare una mano all’Europa tenendo ben unita l’Alleanza Atlantica.

Se le manovre della Casa Bianca dovessero funzionare su questo fronte, si avrebbe un duplice effetto. Quello geopolitico, appunto, e quello economico con il rallentamento dell’inflazione interna.

Non solo, ma con minori pressioni inflattive, la FED potrebbe muoversi in modo meno aggressivo.

Sentiment negativo e Borsa in rialzo

Spesso è proprio quando i timori degli investitori sono ai massimi che possiamo avere una Borsa in rialzo.

A quel punto, infatti, gran parte del pessimismo è già scontato dai mercati. E basta poco affinché qualche notizia o qualche dato possa spingere la Borsa in rialzo.

Magari è proprio in questa fase che potremmo trovarci in questo momento…

I prezzi del petrolio sono aumentati di quasi l’800% dal 21 aprile 2020. È una crescita enorme.

La Fed potrebbe mantenere la sua guidance per tre aumenti dei tassi, mentre il mercato ne sta scontando cinque.

Sia chiaro, al momento la tendenza dei mercati ha preso la via ribassista. E con questa dobbiamo confrontarci.

Ma se molto è stato già scontato e se presto dovessimo avere qualche cambiamento favorevole, allora la Borsa potrebbe sorprenderci.

Buon investimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.