fbpx

Azioni Europa, il Vecchio Continente resta leader nel 2021

azioni Europa

Le azioni Europa hanno registrato il loro quarto mese consecutivo di guadagni. L’indice DJ Eurostoxx 50 sta guadagnando circa il 16,70% da gennaio ad oggi. Sono circa due punti in più di quanto fatto dall’indice S&P500 (in euro) e circa 3 punti e mezzo in più rispetto all’indice mondiale MSCI World.

Si tratta di una bella novità per noi europei, visto che da un decennio a questa parte l’America ci ha quasi sempre battuto.

Tuttavia, questo risultato negativo degli anni scorsi potrebbe essere la base su cui costruire una ripresa delle azioni Europa.

Perché le azioni Europa stanno battendo le altre aree

Gli indici europei in questo 2021 si stanno comportando bene. Le borse di Francoforte, Parigi, Madrid, Milano e Londra sono tutte salite in questi ultimi mesi.

Questo è in parte dovuto ai livelli altissimi raggiunti da altri listini ritenuti storicamente più appetibili come quelli americani. In un contesto di indici mondiali sopravvalutati, ora quelli decisamente più cari degli altri vengono trattati con maggiore prudenza. Per contro, listini storicamente più maltrattati come ad esempio quello italiano, ricevono più attenzioni e maggiori flussi di denaro.

Un’altra motivazione la si può trovare nella crescita molto forte del settore tecnologico. Questo settore è una componente importante dei listini USA. Per contro, in Europa il settore è poco rappresentato.

Ora, con le valutazioni di questo comparto che sono diventate molto alte gli investitori si stanno spostando su altri settori.

Si tratta, di fatto, della rotazione settoriale dai titoli “growth” verso comparti value.

Questo è favorito anche dal programma di vaccinazione in UE e in USA che sta andando adesso piuttosto spedito. Come conseguenza, gli analisti si aspettano un progressivo “ritorno alla normalità” che favorirebbe i settori tradizionali come il lusso, il travel, ma anche l’automotive. Tutti settori che pesano maggiormente sui listini europei piuttosto che su quelli USA.

Il buon andamento della azioni Europa ha poi accelerato in queste ultime settimane. Le azioni di Spagna e Italia, due paesi duramente colpiti durante il picco della crisi del coronavirus, hanno registrato performance particolarmente buone questo mese. Gli indici MSCI di Spagna e Italia sono aumentati di circa il 6% a maggio.

Le valutazioni delle azioni Europa hanno un peso importante

Sebbene queste aspettative siano molto importanti, comunque, non si può negare che buona parte di questa performance 2021 risiede nelle diverse valutazioni tra azioni Europa e azioni USA.

Secondo Goldman Sachs, l’indice MSCI Europa viene scambiato a circa 17 volte gli utili previsti nel prossimo anno. Questo livello è più alto della mediana negli ultimi 10 anni, ma molto più basso dei titoli statunitensi, che scambiano a circa 23 volte gli utili previsti.

E’ senza dubbio su questo fattore che ruotano le attuali analisi.

E’ il momento di abbandonare Wall Street?

Non bisogna mai dimenticarsi però, che  Wall Street rappresenta sempre la più importante Borsa mondiale.

Fino ad oggi, il differenziale di andamento non è stato frutto di qualche mania speculativa. La “Corporate America” negli ultimi anni ha effettivamente surclassato l’Europa (e le altre aree) in termini di profitti assoluti e tasso di crescita.

Anche la differenza di valutazioni attuali è anche il frutto di un’aspettativa di maggior crescita dell’America.

E’ anche difficile pensare che se l’America dovesse assumere un andamento negativo l’Europa possa andare in totale controtendenza.

Quindi, va bene dare il giusto peso alle azioni Europa, soprattutto se negli anni passati erano state accantonate.

Ma non è il caso di liberarsi interamente delle azioni USA. Un portafoglio ben equilibrato dovrebbe avere sempre una buona diversificazione geografica.

Se per farlo non sai da dove partire, allora inizia dal nostro corso gratuito in 7 email INVESTITORE SMART.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.