fbpx

L’helicopter money dalla teoria alla realtà: i paesi che l’hanno adottato!

helicopter moneyDell’helicopter money, o dell’elicottero monetario detto in italiano, ne abbiamo parlato già in un altro articolo. In quell’occasione ne abbiamo descritto le caratteristiche ed i fondamenti teorici.
Ciò che sembrava una pura e “pazza” teoria accademica ideata da Milton Fridman, ora sembra riscuotere sempre più attenzione dai governi di tutto il mondo.

Helicopter money cos’è?

Ti ricordo che “helicopter money”, al di là del nome accattivante, consiste nel depositare denaro direttamente sui conto correnti di cittadini e imprese, quindi direttamente nell’economia reale.

L’helicopter money, è quindi una forma di iniezione di liquidità nel sistema economico.  Il denaro invece di transitare dagli istituti di credito, finisce direttamente nelle tasche dei cittadini.
In questo modo essi possono poi spenderlo generando così un aumento di domanda di beni e servizi. L’effetto è quello di stimolare la ripresa economia attraverso una maggior domanda per consumi.

I vantaggi dell’helicopter money

Il vantaggio di adottare una politica monetaria di questo tipo è legata alla possibilità di bypassare i canali tradizionali, ovvero il sistema bancario.
Negli anni, le banche commerciali hanno ricevuto fiumi e fiumi di liquidità dalle banche centrali. Non sempre questa liquidità però è arrivata alle famiglie ed imprese.

Le banche, infatti, hanno utilizzato questo denaro per fare scorpacciata di titoli di debito pubblico ed altri strumenti finanziari.

Inoltre, l’erogazione del credito è legata al merito creditizio. Per cui imprese più in difficoltà non rispettano le condizioni minime per poter ricevere denaro!

Gli svantaggi dell’helicopter money

Il ricorso all’helicopter money ha come rovescio della medaglia un aumento dell’inflazione. Il rischio dell’aumento dell’inflazione è legata alla possibilità che ad un aumento della richiesta di beni e servizi non corrisponda un aumento della produzione.
Per questo Keynes sosteneva che una politica monetaria, se non seguita da una politica fiscale altrettanto accomodante, rischia di produrre più danni che vantaggi!

Per Keynes, le imprese per essere spinte a produrre di più in modo da soddisfare la domanda devono ricevere degli stimoli fiscali, come ad esempio un abbassamento della tassazione.

Inoltre, sempre Keynes sosteneva che in periodi di crisi, anche quando veniva fornita liquidità diretta a famiglie ed imprese, non era scontato che questa maggior disponibilità di liquidità si traducesse in un aumento dei consumi!
Keynes spiegò questo fenomeno con il termine “trappola della liquidità”!

In periodi di crisi c’è poca fiducia nel sistema economico, per cui le famiglie ed imprese tendo ad accumulare il denaro sotto forma di risparmio anziché spenderlo!

Un altro effetto collaterale potrebbe anche essere il peggioramento della bilancia commerciale. Questo soprattutto se la domanda di beni di consumo è fortemente orientata ai beni esteri.

Helicopter money è realtà!

Nonostante i dubbi circa l’efficacia dell’Helicopter money possiamo vedere come di fatto diversi governi abbiamo messo in pratica tale teoria.

L’intervento più massiccio in tal senso è stato fatto dall’amministrazione Trump.

Gli Stati Uniti hanno approvato a fine marzo uno storico pacchetto di aiuti da 2.200 miliardi di dollari per sostenere direttamente le famiglie e aiutarle a fronteggiare le conseguenze della crisi Covid-19.

In particolare, il piano prevede tra le altre cose l’invio agli americani di un aiuto “a fondo perduto” da 1.200 dollari sotto forma di bonifico o assegno in base al reddito.

C’era molto scetticismo sulla riuscita di tale intervento! Molti analisti, supportati anche dai dati macro, ritenevano che un intervento del genere avrebbe avuto effetti molto limitati.
I dati sull’andamento dei consumi di maggio hanno di fatto smentito questa tesi. L’aumento dei consumi è stato di molto superiore alle attese.
Gli analisti si aspettavano un aumento dell’8%. Il dato effettivo ha evidenziato una crescita quasi del 18% dei consumi a maggio!

A ben vedere, la politica dell’Helicopter money è stata messa a punto anche dal governo italiano. L’aiuto per ora ha escluso le famiglie e si è concentrato sulle imprese e professionisti.
Chissà se in futuro l’intervento non si espanda anche alle famiglie. Al momento si sta studiando un sostengo indiretto come il taglio dell’iva.

Insomma, le crisi ci hanno dimostrato che anche ciò che può sembrare pura fantasia in certe circostante può diventare realtà!

In questi contesti particolarmente difficili, dove anche i governi navigano per lo più a vista è fondamentale avere un buon piano d’investimento. Approfitta del corso GRATUITO investitore SMART

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.