fbpx

Aumento della spesa pubblica, per il FMI necessario per uscire dalla crisi!

aumento della spesa pubblicaIn questi giorni il Fondo monetario internazionale ha invitato tutti i paesi ricchi del mondo ad un immediato aumento della spesa pubblica! Un’azione che si rende necessaria al fine di  innescare una forte ripresa economica dalla pandemia di coronavirus.

Sostiene il FMI che le economie solide non dovrebbero preoccuparsi eccessivamente per il loro debito pubblico. Piuttosto, dovrebbero trarre vantaggio dai costi di indebitamento mai così bassi per aumentare immediatamente la spesa per la manutenzione e creazione di nuove infrastrutture.

Aumento della spesa pubblica: sì a infrastrutture e tecnologia!

I paesi ricchi dovrebbero preparare piani per la successiva nuova spesa in conto capitale in infrastrutture digitali e tecnologia.

Secondo il FMI i responsabili politici non dovrebbero preoccuparsi dell’aumento della spesa pubblica, ma garantire che la quantità e la qualità degli investimenti pubblici siano tali da non comportare rischi da un eccessivo peggioramento della dinamica del debito.

Oggi è fondamentale l’investimento pubblico. Gli investimenti da parte di aziende private sono estremamente bassi.

Molti paesi hanno già iniziato ad aumentare la spesa in risposta ai danni economici causati dalla pandemia. Il fondo di recupero da 750 miliardi di euro dell’UE è progettato per rilanciare le economie del continente colpite, mentre il Regno Unito sta pianificando rapidamente di aumentare gli investimenti pubblici di quasi l’1% del reddito nazionale.

Spesa pubblica di qualità necessaria per rilancio del PIL

Il FMI ha stimato che l’aumento degli investimenti pubblici, nelle condizioni attuali, dell’1% del prodotto interno lordo, avrebbe probabilmente aumentato il PIL di oltre il 2% dopo due anni, un rendimento maggiore di quanto previsto in precedenza.
Ciò suggerisce che esiste la possibilità di generare tra i 2 ei 3 milioni di posti di lavoro nell’UE e altri 2 milioni negli Stati Uniti e altrove, ha affermato il FMI.

Lo stesso ha sottolineato che il suo forte sostegno alla spesa pubblica in conto capitale non consisteva nell’aumentare la spesa fine a se stessa. Si rende pertanto necessario porre in essere investimenti di “qualità”, come la ristrutturazione di strade e aeroporti ed in generale investimenti infrastrutture fisiche e digitali capaci di migliorare i servizi dei paesi.

Aumento della spesa pubblica: più attenzione dai paesi a basso reddito!

Il FMI ha anche avvertito che le economie emergenti e i paesi a basso reddito, che non hanno accesso illimitato ai finanziamenti, dovrebbero essere più attenti nel fare ricorso ad un aumento della spesa pubblica come veicolo per aiutare la loro ripresa dalla recessione.

Accanto agli investimenti pubblici, il FMI ha anche affermato che se le società private dovessero tornare a livelli più normali di investimenti privati ​​in un momento in cui molti avevano assunto ingenti debiti, i governi avrebbero dovuto assicurarsi che i loro sistemi fallimentari funzionassero in modo efficiente.

Il FMI ha prodotto un piano in tre fasi per i paesi colpiti pesantemente dal coronavirus. Sebbene il virus sia ancora dilagante, tutti gli sforzi dovrebbero essere rivolti a salvare vite umane e garantire che i sistemi sanitari funzionino in modo efficace, ha affermato.

Una volta che le economie riapriranno parzialmente, i governi dovrebbero concentrare l’attenzione su progetti di manutenzione su piccola scala mentre preparano piani per nuove infrastrutture e grandi progetti di trasformazione che porterebbero benefici economici nell’era post-Covid.

Aumento della spesa pubblica: quali conseguenze per i mercati finanziari?

Secondo quanto stabilito dal FMI, in questa fase storica si rende necessario un aumento della spesa pubblica soprattutto da parte delle economie avanzate. Un aumento degli investimenti pubblici dovrebbe avere, come già riportato nel secondo paragrafo, un effetto moltiplicativo sul PIL, soprattutto se si aumentano gli investimenti di “qualità”.

Un aumento della ricchezza nazionale significa più occupazione, maggior reddito a disposizione e quindi maggior fatturato anche per le aziende.  Un aumento del fatturato ha come conseguenza un aumento del valore in borsa delle azioni delle aziende!

Non è facile uscire da questa crisi senza precedenti! Una crisi che ha prodotto in tutte le economie mondiali un calo de PIL a doppia cifra!
Tuttavia, nonostante le tante avversità e effetti collaterali che inevitabilmente le manovre messe in atto provocheranno, si è giunti alla consapevolezza che l’intervento dello Stato è fondamentale per ripristinare le condizioni per un rilancio dell’economia!

Per sfruttare al meglio le nuove opportunità, oggi ed ancora per pochissimi giorni puoi approfittare della PROMO Crescita & Rendimento, che ad un prezzo scontato di permette di investire nelle migliori internazionali!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.