Oro, argento e preziosi in euro e in dollari

Quando qualche mese fa oro e argento erano ai massimi ma,
in euro, la salita era un po’ smorzata dalla forza della valuta
europea, molti si ponevano il problema che, espressi nella
nostra valuta, i due metalli preziosi non stavano performando
al massimo.

Questo era in parte vero, ma allora dicevo a chi mi scriveva
che a noi non deve interessare cosa fanno oro e argento in dollari.

A noi interessa che oro e argento salgano in euro. Noi compriamo
oro e argento perché riteniamo che siano destinati ad apprezzarsi
in euro. Se poi essi salgono più in dollari a noi non interessa, quello
è un discorso valutario che ha a che fare con la debolezza del
dollaro e se si vuole puntare sulla debolezza del dollaro ci sono
altri investimenti.

E anche allora, nonostante la forza dell’euro, oro, argento e preziosi
in genere da inizio anno (e non solo) in euro stavano comunque mettendo
a segno una performance più che ottima e stavano facendo molto meglio
di diversi altri investimenti.

Beh, nelle ultime settimane, comunque, con la debolezza dell’euro oro
e argento stanno facendo molto meglio nella nostra valuta che non in
dollari.

Come dicevo, non è importante guardare cosa fanno questi asset
nelle altre valute. Ci sarà sempre una valuta in cui performeranno meglio
che in euro. Oggi può essere il dollaro, domani lo yen, ecc…

Ma a noi interessa solo la performance in euro. Ed in euro, direi
che entrambi stanno facendo molto bene e sono, sostanzialmente,
sui massimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.