Investire sul petrolio: come abbiamo guadagnato?

Il petrolio è una delle commodity più importanti al mondo e che veicola una grande quantità di flussi finanziari e quindi anche tu, come investitore, potresti essere curioso di sapere come investire sul petrolio e, soprattutto, come guadagnare.

Oggi ti spiegherò come abbiamo guadagnato sul petrolio il 22% in pochi mesi nel nostro servizio Trend e Strategie di Investimento.

Investire sul petrolio: tanti modi, ma un po’ complessi

Il primo punto è: “Come investire sul petrolio”?

Ci sono essenzialmente tre modi:

1 – Future sul petrolio (o opzioni). E’ il modo in cui investono i professionisti come hedge funds e grandi trader. Non è però la via migliore per il piccolo/medio investitore retail, perché il sottostante di ogni contratto è un importo piuttosto ampio e questo può crearti problemi di asset allocation, poi per l’investimento di lungo termine ci sono problemi di roll-over e non ultimo anche la gestione del cambio per noi investitori europei.

2 – ETC su petrolio. Si tratta di un modo per rendere il sistema visto al punto 1 accessibile anche ai piccoli investitori, ma io lo sconsiglio perché ci sono comunque gran parte dei problemi già visti (roll-over in primis) e in più anche delle commissioni e spread, per quanto bassi

3 – Il metodo migliore per un investitore retail è investire tramite azioni petrolifere. Certo, a volte può esserci una differenza temporale di performance, ma se il petrolio sale anche le azioni petrolifere saliranno (e viceversa) e inoltre è un metodo ottimo per l’investimento di lungo termine.

Ed è proprio tramite le azioni petrolifere che abbiamo investito sul petrolio in questo 2016 nel servizio TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO, realizzando guadagni molto interessanti.

Ecco come siamo riusciti a guadagnare sul petrolio.

Agli inizi di marzo 2016 il petrolio aveva fatto un movimento molto interessante. Infatti, durante la discesa precedente era sceso poco sotto i precedenti minimi a 28 dollari, per poi risalire subito. Era chiaro, a quel punto, che quel prezzo rappresentasse un livello sotto il quale gli investitori iniziavano a comprare.

Ovviamente, però, questo non era sufficiente. Serviva un altro segnale che abbiamo avuto, appunto, ad inizio marzo. Fu in quel periodo che il prezzo tornò a salire sopra i massimi più recenti, che erano intorno ai 34 dollari. Il livello di 34 dollari non rappresentava più un prezzo raggiunto il quale gli investitori volevano vendere.

La situazione era a quel punto allineata e abbiamo fatto la nostra mossa, comprando l’ETF Amundi MSCI World Energy TRN (Codice ISIN: FR0010791145) che ci permetteva un’esposizione sulle principali azioni oil&gas internazionali.

Ad oggi, dopo circa 8 mesi, il nostro guadagno è stato superiore al 22%. Non male, direi!

Ma il vero valore della nostra scelta lo puoi comprendere se lo confronti con un altro titolo che avresti potuto scegliere per investire sul petrolio e cioè un ETC come indicato al punto 2 nell’elenco che ti ho fatto sopra.

L’ETC in questione sarebbe potuto essere, ad esempio, l’ETFs WTI 2mth Oil Securities (ISIN: GB00B0CTWK84).

Bene, nello stesso periodo questo ETC ti avrebbe offerto un rendimento poco sopra il 17%, quindi ben 5 punti percentuali in meno.

Non solo, questo ETC è stato molto più volatile, perché nel periodo ha avuto una correzione fino al -22% dal suo massimo, mentre l’ETF su cui abbiamo investito noi, nel suo momento peggiore, ha avuto una correzione massima dell’8%.

Ed oggi il nostro ETF sta aggiornando i suoi massimi dell’anno, mentre l’ETC è ancora sotto.

Bene, oggi ti ho spiegato uno dei nostri investimenti compresi in uno dei portafogli di Trend e Strategie di Investimento. Naturalmente ce ne sono molti altri che possono trarre profitto da situazioni simili o anche diverse, che comunque entrano in portafoglio solo dopo un’attenta analisi.

Se pensi che un servizio di questo tipo possa interessarti, ricordati che Trend e Strategie di Investimento è sempre aperto e puoi quindi abbonarti in qualsiasi momento. Il mese di prova costa solo 1 euro!

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.