fbpx

Bazooka BCE: Titoli di Stato italiani in rialzo? Convengono?

titoli di stato italiani

I titoli di Stato potrebbero essere al centro dell’attenzione nelle prossime settimane. Grazie alla decisione della BCE di incrementare i fondi del PEPP (Pandemic Emergency Purchase Programme), ieri i BTP hanno messo a segno una giornata assolutamente degna di nota!

La BCE interviene ancora sul mercato dei titoli di Stato

L’euforia che ha vissuto il mercato azionario italiano, e in generale quelli europei in queste ultime sedute, potrebbe presto trasmettesi sul mercato dei titoli di Stato.

La banca centrale europea ha deciso di aumentare di 600 miliardi il bazooka per difendere le obbligazioni governative da attacchi speculativi. Lo scudo messo in piedi dalla BCE ora ammonta a 1350 miliardi di euro!

Una somma di non poco conto sicuramente capace di frenare l’avanzata dello spread e di calmare i “bollenti spiriti” di quanti avevano sperato di guadagnare sui ribassi delle quotazioni dei titoli di Stato italiani.

La banca centrale europea sembra, quindi, aver cambiato atteggiamento da quando la Lagarde, in una delle sue prime comparse, affermò che “non siamo qui a chiudere gli spread!”
Allora qualcuno aveva visto ghiotte occasioni speculative sui btp italiani. Oggi queste occasioni sono inesistenti!

Titoli di Stato: quotazioni in rialzo!

La BCE non solo ha aumentato la portata del bazooka ma ne ha esteso la gettata. L’intervento della BCE sui mercati delle obbligazioni governative è stato esteso fino a giugno 2021. L’allungamento della scadenza dell’intervento ha fatto percepire meno rischiosi i titoli di Stato italiani che hanno registrato un aumento dei prezzi anche sulle scadenze più lunghe.
Non a caso anche il btp 2050, ovvero il btp con la scadenza più lunga, in queste sedute ha registrato un incremento delle quotazioni del 2%!

Investire sui titoli di Stato conviene?

La domanda che sicuramente di stai ponendo ora è capire se conviene investire sui titoli di Stato. Sicuramente oggi, con il mutato atteggiamento della BCE, i titoli di Stato sono percepiti meno rischiosi! Ciò si tradurrà quasi sicuramente in una stabilizzazione delle quotazioni con un tendenziale aumento dei prezzi.

Questo però non significa che gli spread non si allargheranno più e che i btp non potranno subire nuovi ribassi.

D’altronde, l’intervento della BCE è stato esteso, ma in fin dei conti parliamo di un anno! Inoltre ci sono molte incognite da considerare come la capacità del governo di mettere in atto politiche di rilancio dell’economia. Nonostante in Europa si stia lavorando per realizzare piani d’aiuto, per l’Italia è previsto un aumento significativo del rapporto debito/pil per almeno due anni.
Saremo sicuramente al centro dell’attenzione dei vertici europei. E non mancheranno scontri e divergenze lungo il cammino della ripesa. Cammino che sicuramente sarà difficile e complicato.

Se vuoi, quindi, puoi anche investire sui titoli di Stato italiani, per sfruttare quello che sarà molto probabilmente un buon momento.

Tuttavia, non la riteniamo la soluzione permanente per i tuoi investimenti! Piuttosto iscriviti al corso GRATUITO investitore SMART per apprendere i concetti fondamentali dell’investimento!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.