Quale è il miglior etf obbligazionario high yield

miglior ETF obbligazionario high yield

Nell’ultimo articolo ti ho parlato degli ETF obbligazionari high yield. Oggi vedremo insieme i migliori ETF di questa categoria, per poi cercare di capire qual è il miglior ETF obbligazionario high yield.

In questa analisi, cercheremo di capire quale può essere un buon ETF obbligazionario high yield da mettere eventualmente nel proprio portafoglio tra i tanti quotati in Italia.

In questa analisi, valuteremo come sempre le modalità di replica dell’indice, la performance, i costi e la liquidità.

Miglior ETF obbligazionario high yield: da dove partire?

Già in questo articolo avevo fatto una selezione di cinque ETF obbligazionari high yeld che rappresentavano un buon punto di partenza nella selezione del miglior ETF obbligazionario high yield.

Gli ETF erano questi:

  1. Pimco High Yield short term Hedged (ISIN: IE00BF8HV600).
  2. Lyxor High Yield ex Financials (ISIN: FR0010975771).
  3. SPDR Us High Yield 0-5 anni (ISIN: IE00B99FL386).
  4. iShares Us Short Duration High Yield (ISIN: IE00BCRY6003).
  5. iShares High Yield (ISIN: IE00B66F4759).

All’interno di questo gruppo, il mio suggerimenti è di concentrarti su due ETF e cioè:

  1. Pimco High Yield short term Hedged (ISIN: IE00BF8HV600).
  2. SPDR Us High Yield 0-5 anni (ISIN: IE00B99FL386).

Vediamo ora le caratteristiche di questi due strumenti.

 1: Pimco High Yield short term hedged

Questo ETF ha il notevole vantaggio, per noi europei, di realizzare una copertura valutaria che elimina il rischio cambio USA.

Il tutto ad un costo molto basso, pari allo 0,60% annuo.

L’ETF replica l’indice in modo fisico e distribuisce mensilmente un dividendo. Lanciato nel 2013, l’ETF ha avuto un discreto successo ed oggi ha una dimensione del fondo pari ad oltre 600 mln di euro.

Nell’ultimo anno l’ETF ha avuto una volatilità del 2,75%, a fronte di un rendimento ad un anno pari all’1,87%. Quindi un rendimento tutto sommato basso, a fronte di una volatilità comunque molto contenuta.

Come ti ho spiegato recentemente, le obbligazioni high yield hanno una correlazione bassa con le altre classi di investimento. Ma sicuramente la correlazione è maggiore con le azioni che non con i normali titoli obbligazionari. Quindi l’andamento negativo delle azioni negli ultimi mesi 2018 si è avuto, in parte, anche sugli high yield e anche questo ETF ne ha risentito, tanto che, appunto, il suo rendimento ad un anno è piuttosto contenuto.

Miglior ETF obbligazionario high yield 2: SPDR Us High Yield 0-5 anni

Questo ETF investe in obbligazioni corporate high yield americane, senza alcuna copertura cambio.

Quindi oltre ai movimenti e alla volatilità tipica del comparto high yield, abbiamo anche un’esposizione al dollaro. Un rischio in più, senza dubbio,ma anche un’opportunità.

L’ETF ha una dimensione inferiore rispetto al precedente, con un fondo di soli 60 mln di euro. Il costo, però, è molto basso, solo lo 0,40% e la replica è fisica.

Nell’ultimo anno la volatilità è stata del 6,77%. Vicina, quindi, alla volatilità di un ETF azionario. Ma anche il rendimento è stato di tipo “equity”, con una parformance a 12 mesi superiore al 15%.

Questo, appunto, grazie proprio all’effetto cambio. La performance dell’ETF in dollari, infatti, è stato di poco superiore al 5%. Il resto è stato effetto cambio.

Concludendo, il comparto high yield è molto variegato ed è difficile trovareil migliore ETF obbligazionario high yield in assoluto.

I due che ti ho indicato possono comunque essere due valide scelte per il tuo portafoglio.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.