Investire in obbligazioni quando i tassi aumentano è una scelta giusta?

aumento tassi e investire in obbligazioniTranne qualche rara eccezione, le banche centrali di tutto il mondo hanno intrapreso il sentiero dell’aumento dei tassi d’interesse. Nessun clamore. Prima o poi era da aspettarselo! Anzi, l’eccezione è stato il periodo particolarmente lungo di tassi d’interesse bassi che in alcune fasi sono diventati addirittura negativi.
Più volte durante gli ultimi anni si era parlato di un imminente aumento dei tassi. Ci aveva provato qualche anno fa la FED. Un aumento che però durò poco. Successivamente il governatore della banca centrale dovette fare i conti con dei nuovi tagli.
Ora, però, lo scenario sembra essere alquanto diverso! I persistenti alti livelli d’inflazione hanno reso necessario interventi massici di politica monetaria restrittiva.
La domanda adesso è: in questo contesto di tassi in risalita si può investire in obbligazioni?

Tassi in aumento, gli investitori in obbligazioni possono essere contenti?

Un aumento dei tassi d’interesse comporterà un aumento del costo del denaro. Da ora in poi, prendere a prestito dei soldi costerò sempre di più, almeno fino a quanto le banche centrali non riterranno di aver raggiunto il livello massimo dei tassi, che per altro è difficile da stabilire!
Per chi prende a prestito denaro l’aumento dei tassi è una brutta notizia, è invece bella per chi presta denaro in quanto guadagnerà di più!
Allora tutti ad comprare obbligazioni?
Con le prossime emissioni sicuramente i rendimenti saranno più allettanti. Quindi, chi in passato ha particolarmente amato il reddito fisso, può iniziare a vedere in questo asset, nuove e più redditizie occasioni d’investimento!
La FED nel giro di poco tempo ha intenzione di portare i tassi d’investimento tra il 3 e il 4 per cento. Un tasso che renderà più dignitoso investire in obbligazioni.

Tutti ad investire in obbligazioni?

In finanza spesso le cose non sono così semplici. E questo caso non è certamente un’eccezione. In un contesto di tassi in aumento investire in obbligazioni non è affatto semplice.
Questo perché se i tassi d’interesse continuano ad aumentare, le obbligazioni emesse in precedenza, per garantire lo stesso rendimento, scendono di quotazione. E se tu ha in portafoglio quelle obbligazioni vedrai scendere il prezzo al di sotto di quello di acquisto.
Un fenomeno “antipatico”, perché se è vero che non genera una perdita per chi detiene le obbligazioni fino a scadenza, produce in ogni caso una oscillazione negativa del portafoglio. Si perdono, inoltre, occasioni d’investimento migliori.
Il vero problema, tuttavia, non è rappresentato dal aver scelto l’investimento meno remunerativo, ma quanto nel aver selezionato un investimento che restituisce un rendimento reale negativo. 

Eh sì. I tassi d’interesse generalmente aumentano quando si innesca un’aspirale inflazionistica come sta accadendo esattamente in questo periodo.
Ne deriva quindi che nonostante i tassi in aumento, il rendimento reale dell’investimento obbligazionario potrà essere comunque negativo, in quanto l’inflazione è più alta.
Con gli attuali tassi d’inflazione è sicuramente difficile trovare un investimento obbligazionario che restituisca un rendimento reale positivo.
Tuttavia, con l’aumento dei tassi e con la (sperata) riduzione dell’inflazione, si potrebbe arrivare ad ottenere un rendimento reale positivo o comunque molto prossimo.
Sicuramente una situazione migliore rispetto a chi investire in nulla!  Egli subirà pienamente gli effetti che l’inflazione avrà sul potere d’acquisto del proprio reddito!

Aumento dei tassi ed investimento obbligazionario: conclusioni

Sicuramente l’investimento in reddito fisso sta ritrovando il suo appeal. Tuttavia, le inside sono ancora tante! L’inflazione e tutt’altro che domate e i tassi d’interesse in forte aumento.
Lo scenario potrebbe diventare più chiaro verso fine anno. Per cui il consiglio al momento potrebbe essere quello di non prendere posizioni sull’obbligazionario per attendere emissioni future a tassi più alti.

Inoltre, è questo ultimo aspetto è fondamentale, è sempre saggio porzionare il capitale in modo da effettuare più investimento.  In questo modo si mitigano gli errori legati ad un market timing non perfetto!

Ti piace gestire in prima persona il tuo capitale? Sei stufo dei rendimenti deludenti offerti dai fondi d’investimento? Iscriviti al corso GRATUITO investitore SMART.

Buon investimento!

2 pensieri riguardo “Investire in obbligazioni quando i tassi aumentano è una scelta giusta?

  • 18 settembre 2022 in 21:40
    Permalink

    Buonasera, vorrei sottoporre una questione.
    Mentre l’effetto dell’aumento dei tassi su un bond a tasso fisso è chiaro (la quotazione scende), meno chiaro è l’effetto su un etf obbligazionario di duration fissata.
    In questo caso, per tenere la duration costante, col passare del tempo, bisognerà vendere i bond a scadenza ormai troppo breve ed acquistarne altri con scadenza più lunga.
    Questi secondi avranno una remunerazione più alta per effetto dei tassi più alti e porteranno beneficio alle quotazioni dell’etf.
    È un ragionamento corretto? O anche gli etf obbligazionari di duration fissata sono influenzati negativamente dall’aumento dei tassi?

  • 19 settembre 2022 in 18:54
    Permalink

    @Tony ne risentiranno anche questi. Magari meno, ma anche questi, perché comunque sui titoli a medio-lungo l’impatto negativo c’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.