fbpx

Btp italia nuova emissione: scadenza a 5 anni, convengono?

btp italia nuova emissioneBuona la prima ed anche la seconda! Lunedì 18 maggio e ieri 19, sono state le prime due giornate delle tre previste per il collocamento della nuova emissione dei Btp italia, la prima di questo 2020.
Le richieste da parte della clientela privata hanno superato le aspettative del Tesoro! Ma vale veramente la pena sottoscrivere i btp italia? Scopriamolo insieme!

Btp Italia: le caratteristiche della nuova emissione

La nuova emissione dei Btp, soprannominati Btp anti covid-19, per il fatto che le risorse saranno utilizzate principalmente per sostenere la spesa sanitaria, si distingue dalle precedenti emissioni di Btp italia per alcuni aspetti.

La nuova emissione dei Btp prevede che:

  • i giorni dedicati al collocamento tra la clientela retail tornano ad essere tre senza opzione di chiusura anticipata;
  • la durata sarà di 5 anni;
  • il raddoppio  del premio fedeltà, portato all’8 per mille.

La novità più importante è legata alla durata, che con questa nuova emissione di Btp italia è per la prima volta di 5 anni. Inoltre, rispetto alle precedenti emissioni il premio fedeltà è raddoppiato, passando dal precedente 0,4 per cento all’attuale 0,8 per cento (che è la stessa cosa dell’8 per mille).

Btp Italia: a chi spetta il premio fedeltà?

Il premio fedeltà previsto dai Btp Italia spetta a chi detiene il Btp fino alla scadenza, quindi fino a maggio 2025! Si tratta, quindi, di un bonus che viene aggiunto al rendimento maturato nel periodo.

Il bonus viene calcolato applicando la percentuale prevista dello 0,8% al capitale nominale investito. Quindi, se investi 10.000 euro il premio fedeltà riconosciuto a scadenza è così calcolato:

10.000 x 0,8% = 80 euro.

Come puoi vedere stiamo parlando di un ammontare che non fa la differenza. Non è di certo il bonus fedeltà a decretare la convenienza o meno a sottoscrivere i Btp Italia.

Quello sui cui bisogna porre l’attenzione è il rendimento garantito. L’attuale Btp Italia, garantisce un rendimento lordo reale dell’ 1,40%!

Reale in quanto la cedola semestrale è rivalutata all’inflazione! Quindi se l’inflazione dovesse salire da qui ai prossimi 5 anni, data di scadenza dell’obbligazione, il valore nominale della cedola che ricevi ogni sei mesi è maggiore dell’1,4%.

Ti ricordo che i Btp Italia sono legati all’andamento dell’inflazione italiana e si distinguono dai Btpi, che invece sono indicizzati all’inflazione europea.

Btp Italia: convengono?

A questo punto non ci resta che chiederci se conviene investire in questo btp! Beh, partiamo dal presupposto che con questo btp non diventerai di certo ricco!

L’1,4% lordo significa ricevere un netto di poco superiore all’1,20%! Certo, se paragoni questo btp con gli altri in circolazione, questo è sicuramente più conveniente! Gli altri, a scadenze più o meno simili, riconoscono rendimenti inferiori all’1%!

Se però il tuo interesse non è quello di limitarti a proteggere il capitale dall’inflazione o ricevere giusto qualcosina in più, allora devi puntare ad altro!
Oggi, l’unico mercato che ti permette di guadagnare qualcosa che vada oltre le briciole è il mercato azionario! In particolare, considerando la crisi attuale, è necessaria una diversificazione internazionale.

Per fortuna oggi puoi approfittare del servizio Crescita & Rendimento offerto ad un prezzo ridicolo! Scoprilo subito!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.