BTP cosa fare?

BTP cosa fare

Sono stati sicuramente giorni di fuoco quelli che abbiamo vissuto gli ultimi giorni sui mercati. Soprattutto se avevi molti investimenti su titoli azionari e obbligazionari italiani.

Tra questi, sicuramente i BTP sono uno degli investimenti più diffusi presso i portafogli degli investitori e negli ultimi giorni c’è stata una notevole volatilità.

Ma cosa succede ai BTP italiani? E cosa fare dei BTP italiani?

BTP cosa succede?

Per prima cosa vediamo di capire cosa succede ai BTP italiani. Di seguito trovi il grafico del decennale italiano dell’ultimo mese:

BTP cosa fare grafico

In pratica, fino alla scorsa settimana è andato più o meno tutto liscio. Poi, negli ultimi giorni, c’è stato un calo repentino, con il decennale che è arrivato a perdere oltre il 6% in pochi giorni.

Motivo? Essenzialmente politico.

Prima è arrivato a conclusione il contratto di governo M5S-Lega. Poi l’incarico a Conte e la presenza nella squadra dei ministri di alcuni non particolarmente amati dai mercati e dall’Europa (cosa peraltro reciproca).

Infine, il pasticcio di domenica, con Mattarella che non ha lasciato passare il nome di Savona all’economia, Conte che ha rinunciato all’incarico e lo stesso Presidente Mattarella che ha proposto Cottarelli come Capo del Governo. Un governo Cottarelli che, però, non ha praticamente l’appoggio di nessuno.

Nel momento in cui sto scrivendo questo articolo, peraltro, tutto è ancora in gioco. Tutto questo potrebbe già essere superato.

Il risultato, comunque, è che i mercati non hanno apprezzato ed hanno iniziato a scaricare la Borsa Italiana e i BTP.

BTP cosa fare con la BCE che ha ridotto gli acquisti?

Non solo. Ma la BCE la scorsa settimana ha inziato a ridurre gli acquisti di BTP. E sui mercati, di fatto, c’era persino la minaccia che avrebbe smesso del tutto.

Con la BCE che negli ultimi anni è stato uno dei principali acquirenti di BTP, chiaramente questo comportamento non ha aiutato.

Naturalmente, il calo dei prezzi e l’aumento dei rendimenti ha fatto salire di nuovo lo spread. Il famoso spread che riempiva le pagine dei giornali nel 2011.

A questo punto cosa fare con i BTP italiani?

Vendere tutto o tenere duro?

BTP cosa fare in questa situazione?

Naturalmente la reazione emotiva suggerirebbe di vendere tutto e subito. Altri, però, potrebbero essere allettati da questi maggiori rendimenti e quindi essere interessati ad acquistare BTP. Altri ancora potrebbero essere interessati a posizioni speculative short sui BTP.

La verità, come sempre, sta nel mezzo.

In primo luogo, se hai l’obiettivo di portare a scadenza i titli obbligazionari non c’è motivo di vendere. Certo, si ballerà un po’, però a scadenza riceverai comunque il capitale e nel mentre riceverai gli interessi.

Certo, c’è sempre il rischio di default sul debito, con taglio totale o parziale dei rimborsi. Ma attualmente questo scenario è piuttosto remoto.

Se invece non è questo l’obiettivo, allora fai in modo che i BTP non siano l’unico investimento del tuo portafoglio. Con una buona diversificazione geografica e settoriale e, soprattutto, di classe di investimento (quindi azioni e obbligazioni), la volatilità sui BTP non dovrebbe spaventarti.

Facciamo un calcolo. Se i BTP decennali rappresentano il 15% del tuo portafoglio, e non è poco, la discesa del 6% di questa settimana ha pesato solo per il 0,90% del totale portafoglio. Insomma, nulla di particolarmente grave.

Quindi alla domanda: “BTP cosa fare in questo momento?” la risposta è diversificazione. L’Italia pesa relativamente poco sui mercati finanziari totali. Fai in modo che pesi anche poco sul totale del tuo portafoglio.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.