fbpx

Se non ami la volatilità, usa questo sistema

In vecchi articoli ti ho spiegato che la volatilità sui mercati è inevitabile e che questa è un’importante alleata per chi non si fa spaventare e la usa a proprio favore.

Tuttavia, non tutti riescono a reggerla e per molti è inevitabilmente un problema. Se per te è così è assolutamente importante che tu impari a gestirla al meglio, perché la paura di perdere soldi finisce poi con il farti perdere concretamente soldi.

Fortunatamente, con un sistema meccanico è possibile risolvere gran parte di questo problema senza perdere troppo in termini di rendimento.

Un semplice sistema può aiutarti a ridurre la volatilità

Se leggi costantemente blog finanziari, magari anche in inglese, ti sarai imbattuto nel nome Mebane Faber. Fondatore della Cambria Investment Management e autore di molti libri, Faber divenne noto al grande pubblico per il suo “timing model”, un sistema di timing su varie classi di investimento che ha permesso di avere ottimi rendimenti con una volatilità molto bassa.

I suoi scritti e i suoi libri possono essere molto complessi, ma ciò che ci interessa sono le sue conclusioni.

Faber prese un portafoglio composto da 5 classi di investimento:

20% azioni USA
20% azioni internazionali
20% bond
20% Real Estate
20% Commodities

Su ognuna di queste classi di investimento si opera tramite un ETF e si applica un semplice filtro: quando il prezzo è superiore alla media mobile a 10 mesi, il titolo viene comprato (o tenuto se già in portafoglio), mentre se il prezzo è inferiore a tale media si sta fuori dall’ETF o si vende se si è investiti.

Risultati eccezionali: volatilità ridotta e ottimi rendimenti

Fatti tutti i test e le simulazioni, questo portafoglio di sole cinque classi di investimento gestite con il timing della media a 10 mesi ha dato dal 1973 al 2016 un rendimento del 10,21%, ha perso soldi solo nel 2008 (meno dell’1%) e ha avuto una perdita massima del 12,89%.

Un risultato eccezionale e soprattutto ideale per chi cerca poca volatilità. Un Buy and Hold sull’indice S&P500 fatto nello stesso periodo, ad esempio, avrebbe avuto un rendimento appena inferiore, ma con volatilità superiore al 15% e una perdita massima del 50%.

Non è tutto oro ciò che luccica. Ridurre la volatilità ha un prezzo

Detto questo, non correre subito a seguire ciecamente questa strategia. Infatti, ci sono delle controindicazioni:

  1. Le simulazioni sono diverse dal mondo reale. Faber ha gestito un ETF seguendo il suo timing model e dopo un po’ di tempo è uscito dalla gestione diretta. Inoltre, l’ETF non ha reso bene come suggerivano le simulazioni. Gap di apertura, costi, tassi, spread, gestione dei flussi di ingresso e uscita, ecc… probabilmente hanno finito per impattare sulla gestione del modello.
  2. Per quanto sia un sistema di lungo termine, il timing model richiede un po’ di trading e quindi la realizzazione continua di parte dei profitti sui cui occorre pagare tasse. I fondi destinati alle tasse non sono capitalizzati e nel lungo periodo questo ha un effetto non da poco.
  3. Quando fai, come mi auguro, delle contribuzioni progressive, diventa più difficile gestire questo sistema (anche se questo è comunque risolvibile).
  4. Anche se le simulazioni danno un risultato complessivo molto positivo, in molti periodi ha sottoperformato il mercato, soprattutto durante le fasi di forte rialzo. In questo periodo non sarebbe stato facile seguire il timing model.

Come usare questo sistema?

Questo sistema è comunque interessante. L’uso delle medie mobili di lungo periodo, come ti ho già spiegato, può essere molto utile se fatto in modo non talebano.

Il sistema in questione, inoltre, può essere molto utile per chi ha terminato la sua fase di accumulazione e si trova ora nella fase di distribuzione, perché riducendo notevolmente la volatilità riduce il rischio di non avere sufficiente capitale per le distribuzioni. Anzi, proprio perché più stabile permette di fare dei prelievi maggiori.

Questa è una delle tante strategie possibili da usare, come facciamo ad esempio nel nostro servizio premium Trend e Strategie di Investimento, dove usiamo alcune basi di questo sistema insieme a molte altre strategie, per ottenere contemporaneamente buoni rendimenti e bassa volatilità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.