Una buona strategia vince anche nelle annate difficili

Alcune settimane fa, ho avuto modo di leggere
un’analisi molto interessante fatta dal gruppo
Vanguard nell’ambito dei “retirement account”,
una sorta dei nostri fondi pensione, che sono
gestiti da questa società.

Vanguard è uno dei gestori di fondi indicizzati
(simili agli ETF) tra i più economici d’America
e del mondo.

Secondo questo studio, risulta che, nonostante
il calo drammatico del 2008, il maggiore di tutto il
dopoguerra, rispetto a due anni fa (cioè da
settembre 2007 a settembre 2009) la maggior parte
di questi fondi gestiti sono in guadagno del 7%.
E anche in quei conti dove il portafoglio è ancora
in ribasso, la perdita è comunque abbastanza
contenuta, considerando che, invece, l’indice
azionario è ancora sotto di un 30% circa dai
livelli del 2007.

Questo risultato è dovuto essenzialmente
all’asset allocation e al ribilanciamento, due cose
che in questo blog ho sempre favorito e sostenuto.

Quei “retirement account” che detengono un
buon mix tra azioni ed obbligazioni e, ad intervalli
regolari (ma non troppo ridotti, quindi diciamo ogni
6 mesi o 1 anno), effettuano un ribilanciamento
nella propria allocazione per riportare le percentuali
a quelle originarie, alla fine reggono molto bene
anche a ribassi abbastanza elevati.

Sempre nello studio, si rileva come chi mostra ancora
le perdite maggiori è o chi era troppo investito in
azioni, oppure chi non ha progressivamente ribilanciato
la propria allocazione o, ancora, chi ha smesso di
versare contributi al fondo durante il Bear Market.

Infine, le perdite maggiori si registrano in coloro
che hanno completamente deviato dalla strategia,
uscendo dall’azionario dopo aver subito le grosse
perdite e mancando il successivo rialzo.

La conclusione è che chi ha mantenuto la strategia
in modo disciplinato ed ha continuato ad effettuare i
versamenti regolari come faceva prima sono coloro
che stanno facendo meglio. Avere una buona strategia e
seguirla in modo disciplinato resta sempre la carta
vincente.

Questo è l’approccio seguitoanche da uno dei
portafogli del nostro servizio premium Trend e
Strategie di Investimento
, cioè il Lazy Portfolio e
per ora è un approccio che ha permesso di
sovraperformare l’indice azionario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.