Il trend di Borsa è tuo amico: non combatterlo

La scorsa settimana i mercati americani hanno registrato nuovi massimi, evidenziando un chiaro trend di Borsa al rialzo.

Ogni volta che l’America (e non solo) tocca nuovi massimi, in tanti si chiedono se non sia il caso di vendere. E’ un argomento di cui ho già parlato, ma ciclicamente quando vengono segnati nuovi massimi i dubbi immediatamente si ripresentano. Non è il caso di vendere? Non è il caso di prendere profitto? Non è forse il momento di un nuovo ribasso dopo che sono stati toccati massimi storici?

Domande frequentissime e magari anche tu te le stai ponendo.

Eppure, la risposta è sempre la stessa.

Trend di Borsa, non combatterlo!

Il trend di Borsa è tuo amico e non c’è motivo di combatterlo. A Wall Street si dice: “Trend is your friend, don’t fight the trend“!

E quale è il trend di Borsa quando il mercato sale? Semplice, è un trend rialzista. E un trend rimane in essere fino a che non inverte. Capire quando un trend inverte è in parte un’arte e in parte una scienza, ma può essere utile ad esempio il controllo di supporti e resistenze.

Dunque ora il trend è rialzista e fino a che non ci sarà un segnale di inversione il trend rimase rialzista. E tu cosa devi fare durante un trend rialzista? Sempre molto semplice, devi essere investito in quella classe di investimento che in quel momento è al rialzo.

Se non sei convinto di questo, abbiamo le statistiche dalla nostra parte.

Dal 1928 ad oggi, l’azionario americano è cresciuto del 5,1% annuo composto (senza considerare i dividendi e il loro reinvestimento, quindi parliamo solo della crescita dei prezzi, del capital gain).

Ma come si è comportato l’azionario americano 12 mesi dopo aver registrato nuovi massimi degli ultimi 12 mesi? Ha guadagnato il 7,3%, facendo quindi meglio rispetto alla media.

Molti credono anche che quando il mercato faccia nuovi minimi sia un buon  momento per comprare. Ma è sbagliato, perchè quando il mercato segna nuovi minimi annuali, 12 mesi dopo la performance di un eventuale acquisto storicamente è stata solo del 2,8%. Negli altri casi (cioè quando il mercato non segna nuovi massimi o minimo annuali) la performance nei 12 mesi successivi è stata del 4,40%.

In pratica, questi dati ci dicono che è meglio comprare dopo un massimo annuale che non dopo un minimo annuale.

Concludendo, il trend di Borsa continua ad essere positivo, quindi non farti assalire dai dubbi e cerca di partecipare a questa fase positiva. A volte ci vuole un po’ di coraggio, ma statisticamente questo coraggio viene ben ricompensato.

Buon investimento.

P.S.: se vuoi conoscere meglio il trend following e come integrarlo nella gestione del proprio capitale, iscriviti subito al mio corso gratuito in 7 email INVESTITORE SMART.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.