fbpx

Tesla azioni sopravvalutate?

Tesla azioni

Le azioni Tesla sono uno dei grandi temi degli ultimi anni, in particolare di questo 2020.

Il titolo è stato protagonista di un rally borsistico davvero impressionante. Soprattutto se consideriamo che questo 2020 ha visto molti titoli falcidiati dal Covid-19, che ha portato alla drastica riduzione dei profitti e soprattutto dei dividendi.

Una cosa che, però, non ha intaccato troppo le azioni Tesla. Del resto, questa società attualmente vive più di aspettative che non di risultati concreti.

Oggi vedremo un po’ la situazione delle azioni Tesla, valutando anche se vale la pena o meno investire.

Tesla azioni che valgono più delle altre case automobilistiche

Tesla a luglio di quest’anno sorpassò il valore di Borsa di Toyota, la società automobilistica alloora di maggior valore al mondo.

Prima Tesla aveva già superato la capitalizzazioni di Volkswagen, Daimler, BMW o General Motors. Ovviamente, anche più dell’italo-americana FCA.

Ma non è tutto. Le azioni Tesla, infatti, non si sono fermate lì e sono salite ancora vertiginosamente, staccando nettamente la capitalizzazione delle altre società del settore.

Tanto per intenderci, questa è la classifica della capitalizzazione aggiornata al 21/12/2020 (in mld di euro):

Tesla: 544 mld

Toyota: 175 mld

Volkswagen: 75 mld

Daimler: 58 mld

BYD: 57 mld

Ferrari: 56 mld

General Motors: 49 mld

BMW: 45 mld

Honda: 43 mld

Volvo: 38 mld

Guardando i numeri, Tesla non si è limitata a superare i suoi competitors. Tesla oggi vale quasi quanto le altre 8 maggiori aziende automobilistiche (per capitalizzazioni) messe insieme!

E anche più di tutta la Borsa Italiana!

Tesla azioni in rally!

Guardiamo ora cosa ha fatto Tesal nel 2020. Lo facciamo perché è qualcosa di straordinario.

Infatti, Tesla quotava meno di 85 dollari a dicembre 2020 e veniva già da un +28% circa nel 2019.

Beh, a fine marzo, nonostante il calo derivante dal Covid, il prezzo aveva raggiunto i 156$. Cioè +83% in tre mesi.

A luglio, quando superò la capitalizzazione Toyota, il prezzo raggiunse i 500$. E oggi siamo ad un passo dai 700$.

Si tratta di una performance del +700% circa in meno di un anno! Un risultato davvero incredibile.

Con la capitalizzazione attuale, Tesla è anche entrata nella top-10 delle aziende a maggiore capitalizzazione al mondo. Per la precisione, oggi è al numerno 9, ad un passo da Alibaba e davanti a nomi come la Berkshire di Warren Buffett e alle azioni Walmart.

Tesla azioni dentro l’S&P500!

E oggi è anche il “T-Day”. Infatti, a seguito di quanto ti ho appena detto e forte della capitalizzazione di oltre 650 miliardi di dollari, le azioni Tesla entrano ufficialmente dentro l’S&P500, l’indice più famoso al mondo.

Un risultato di prestigio, certo, ma anche con importanti conseguenze.

Infatti, ora tutti i gestori di ETF e fondi passivi che hanno l’S&P500 come sottostante dovranno comprare montagne di azioni Tesla.

Secondo CNBC, i gestori di questi fondi dovranno comprare circa 85 mld di dollari di controvalore in azioni Tesla. Un altro catalizzatore per il titolo. Non a caso, già venerdì in chiusura di Borsa a Wall Street si sono registrati volumi enormi su Tesal, per circa 145 mld di dollari di controvalore.

Tesla azioni in boom, ma l’azienda cosa fa?

Fin qui ti ho spiegato cosa sta facendo il titolo in Borsa. Ma quali sono i fondamentali?

Beh, probabilmente è impossibile non sapere che Tesal è uno dei leader mondiali dell’auto elettrica.

Le sue vetture rappresentano per certi versi uno standard del settore. Tesla, per chiarire, è 100% elettrica. Non ha auto a benzina o diesel.

Tesla non vende solo auto elettriche, ma vende un concetto. Quale? Beh, il fatto che “i veicoli elettrici possono essere migliori, più veloci e più divertenti da guidare di quelli a benzina”.

Detto questo, comunque, parliamo di un’azienda che ha consegnato circa 367.000 vetture nel 2019. L’obiettivo 2020 è di 500.000 veicoli.

Per contro, Volkswagen, Renault-Nissan e Toyota viaggiano ben oltre 10 milioni di consegne/anno, FCA quasi 8 milioni e GM oltre 7.

Ma come detto, chi compra azioni Tesla oggi guarda al futuro. E qui i piani del CEO Elon Musk sono molto chiari, l’obiettivo è 20 milioni di consegne ogni anno. Vorrebbe dire il doppio di quanto fanno oggi Toyota o Volkswagen.

Difficile dire se ci riuscirà, ma intanto, dopo anni e anni di perdite, la società in questo 2020 sta registrando utili per azione positivi. Questo potrebbe anche voler dire che i numerosi aumenti di capitale fin qui effettuati si andranno a ridurre.

Tesla azioni da comprare?

Arrivati a questo punto, cosa possiamo dire sulle azioni Tesla? Sono da comprare?

Beh, non ho una visione molto diversa da quella che avevo nel precedente articolo del 2017. Tesla ha tante potenzialità, ma anche tanti rischi. Le valutazioni sono stellari, ma se saranno raggiunti i 20 milioni di veicoli consegnati nei prossimi anni questi prezzi potrebbero persino sembrare stracciati.

Quindi?

Quindi la cosa migliore è gestire adeguatamente il rischio. Può andar bene comprare un po’ di azioni Tesla, ma fissa le tue stop-loss e rispettale. Inoltre, non eccedere e non investire troppo su questo singolo titolo (così come su altri).

Infine, considera che da qui in avanti comprando ETF diversificati come ad esempio quelli su S&P500, automaticamente ti metterai in portafoglio anche un po’ di Tesla.

Al contrario, se vuoi metterti in portafoglio titoli un po’ più stabili e con un business consolidato, valuta il nostro servizio CRESCITA & RENDIMENTO, che in questi hanno ha offerto un rendimento annuo composto del 15% con una volatilità abbastanza contenuta. Tra i titoli del nostro servizio ce ne sono alcuni che magari non avranno fatto come Tesla in questo 2020, ma hanno offerto a chi ha investito rendimenti a tre cifre.

Abbiamo aperto il servizio le scorse settimane ed ora siamo in fase di chiusura. Se pensa che possa interessarti, non perdere l’occasione.

Buon investimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.