fbpx

La prima correzione di questo Bull Market

Il rialzo partito a metà marzo è
andato avanti praticamente senza
sosta fino a qualche settimana fa.

Nella prima parte, la forza del Toro
è stata eccezionale, con un recupero
praticamente a V dopo i minimi.
Quello che all’inizio poteva sembrare
un Bear Market Rally, è presto
diventato senza dubbio un Bull Market.
Non ci è voluto molto perché i prezzi
dei vari indici, nonché dei vari titoli,
superassero le relative medie lunghe
(medie a 200 giorni, 40 settimane e
10 mesi).

E, sostanzialmente, fino alla scorsa
settimana non ci sono stati “pull-back”
degni di nota. Qualcosa a luglio, ma
parliamo di non più di un 4-5%.
Nel mentre, i principali mercati
azionari sono finiti in ipercomprato
quasi come non mai nella storia,
dato che abbiamo vissuto uno dei
rally più poderosi di sempre.

In questa situazione, una correzione
era più che dovuta e la scorsa settimana
sembra essere iniziata. I principali mercati
azionari hanno iniziato a ripiegare di
diversi punti percentuali. Più quelli europei
che quelli americani, a dire il vero, ma
i primi erano anche cresciuti di più prima
(considerando anche il cambio).

Ora il punto è quanto durerà e fino a dove
potrà arrivare questa correzione.

Come sempre, sui mercati è impossibile
fare previsioni attendibili al 100%, altrimenti
saremmo tutti ricchi.

Tuttavia, è possibile individuare alcuni
punti importanti del mercato che possono
essere potenziali target.

Ora, i target di medio termine che potrebbero
essere ottimi supporti sono i minimi di
agosto, intorno a quota 960-980 punti di
S&P500.
Anche l’importantissima media a 200 giorni,
che ora si trova intorno a quota 910 punti,
col passare dei giorni si avvicinerà progressivamente
a quei livelli, quindi intorno a 980-950 punti ci
troveremo anche in sua prossimità.

A quel punto, il mercato troverà due importantissimi
supporti e lì vedremo di che pasta è fatto questo
Toro.

Personalmente, ritengo questa una correzione e,
in un mercato Toro, le correzioni sono utilissime
perché permettono di accumulare su livelli buoni
e permettono a chi è rimasto fuori di fare ingressi
intelligenti.
Se correzione sarà, i livelli sopra indicati dovrebbero
tenere bene.

Ovviamente, una loro decisa violazione cambierebbe
molte cose. Ma diamo tempo al tempo e vediamo
cosa accadrà. Il mercato potrebbe addirittura
sorprenderci e riprendere a salire anche senza
arrivare su quei supporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.