Investire in azioni Saras conviene?

azioni Saras

Continuiamo con il ciclo di articoli dedicati a singoli titoli, occupandoci oggi delle azioni Saras.

Saras è una delle principali società energetiche italiane, con attività sia nel business petrolifero, sia nelle rinnovabili.

Oggi vedremo insieme il profilo di questa società e se ci possano essere delle opportunità di investimento.

Saras, una storia nel settore petrolifero

Saras è stata fondata nel 1962 da Angelo Moratti. Tre anni più tardi è stata avviata la raffineria di Sarroch.

Oggi l’azienda detiene una delle maggiori raffinerie al mondo, con una capacità di raffinazione di 300.000 barili al giorno.

Inoltre la società possiede una dei maggiori gasificatori con conversione di combustibile liquido al mondo, con una capacità installata di 575 MW e oltre 4 Terawattora all’anno di produzione di energia. Con questo impianto, i residui della raffinazione sono convertiti in gas.

Altro business di Saras è quella della commercializzazione e marketing all’ingrosso di prodotti petroliferi quali gasolio da autotrazione e benzina, oltre ad una rete di circa 100 stazioni di servizi nel Sud della Spagna e due depositi di proprietà per la distribuzione dei prodotti ad Arcola (Italia) e a Cartagena (Spagna).

Infine, la società possiede un parco eolico in Sardegna di 96 MW. Completa il business aziendale l’attività di trading energetico e i servizi di ingegneria nel settore oil.

Azioni Saras, è anche un buon investimento?

Sicuramente Saras è un importante player del settore oil & gas. Ma è anche un buon investimento?

Intanto guardiamo i bilanci. Negli ultimi due esercizi la società ha visto scendere i propri ricavi, passati da quasi 12 miliardi di euro nel 2012 a 7,69 miliardi nel 2017.

Questo però non ha impedito all’azienda di migliorare i profitti. La società era ancora in perdita nel 2014, mentre nel 2015, 2016 e 2017 è riuscita a tornare in profitto. Questo grazie anche al miglioramento dei margini di raffinazione, oltre ad un aumento dei prezzi energetici nel 2017.

Vediamo l’andamento del titolo. Azioni Saras quotazioni:

azioni Saras grafico

Come puoi vedere, il titolo è sceso fino a metà 2012, in concomitanza di una discesa dei margini di raffinazione. Tra il 2012 e il 2014, poi, il titolo è rimasto stabile, in attesa di capire se il business si sarebbe ripreso. Quindi, dal 2015 l’andamento in Borsa è migliorato e il titolo è tornando a crescere, passando da 0,8 euro ad un massimo di 2,33 euro e quindi triplicando il valore.

Attualmente siamo a 1,65 euro, circa il doppio rispetto al minimo del 2012.

Questo andamento evidenzia che Saras ha una certa volatilità, realizzando oscillazioni piuttosto rilevanti. Non proprio il massimo.

Azioni Saras, dividendi piuttosto irregolari.

La ciclicità del business si ripercuote anche sui dividendi. Ecco quanto pagato nel corso degli anni. Azioni Saras dividendi:

2007: 0,15

2008: 0,17

2009: 0,17

2016: 0,17

2017: 0,10

2018: 0,12

Quindi l’azienda ha sospeso il dividendo per ben 6 anni (dal 2010 al 2015) ed è stato ridotto nel 2017.

Personalmente, preferisco società che sono più stabili sia come andamento in Borsa, sia in termini di dividendi.

Società come quelle che abbiamo nel nostro servizio CRESCITA E RENDIMENTO, che proprio in questi giorni ha riaperto per nuovi abbonati.

Buon investimento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.