ETF infrastrutture, un’opportunità tematica interessante?

ETF infrastrutture

Investire in Borsa può essere fatto su singoli titoli, su ETF ampiamente diversificati, oppure anche su specifici settori.

L’investimento settoriale può essere sicuramente interessante e con gli ETf oggi è molto facile. Infatti, con un singolo ETF è possibile replicare un intero settore, sia a livello di singola area geografica (ad esempio Europa, USA, ecc…), sia a livello globale.

Uno stile di investimento leggermente diverso da quello settoriale è quello tematico. Si tratta di uno stile di investimento che prevede la replica di un determinato “tema”. E’ molto simile all’investimento settoriale, ma leggermente diverso perché un “tema” spesso racchiude diversi settori simili tra loro.

Anche in questo caso possiamo avere degli ETF che permettono di investire in specifici temi. Tra questi troviamo gli ETF infrastrutture. Un tema sicuramente molto interessante che oggi andrò ad illustrarti.

ETF infrastrutture, le caratteristiche di questo tema.

Le infrastrutture sono un tema molto interessante a livello mondiale. In questo tema rientrano le costruzioni di progetti energetici (centrali e sistemi di distribuzione), progetti civili (strade, autostrade, ponti, ecc…), distribuzione idrica, progetti logistici e altro.

A livello globale le infrastrutture hanno un ruolo sicuramente molto importante.

Negli ultimi 15-20 anni gli investimenti globali in infrastrutture sono aumentati notevolmente. Questo grazie soprattutto all’incremento della spesa dei mercati emergenti.

E il trend è molto interessante.

Secondo alcuni studi, tra oggi e il 2040 il mondo avrà bisogno di circa 94.000 miliardi di dollari di investimenti in infrastrutture. Si tratti di circa 3.700 miliardi l’anno, pari al 3,5% del PIL annuale. Un livello persino superiore al trend attuale, dove il mondo investe circa il 3% del PIL in infrastrutture.

Naturalmente questo vuol dire che le società del settore infrastrutture avranno un grande volume di domanda per soddisfare questi bisogni.

Ma come possiamo investire su questo “tema” di investimento? Il modo migliore è tramite un ETF tematico.

Miglior ETF infrastrutture

Ci sono due ETF globali del settore infrastrutture che possono essere dei buoni veicoli di investimento.

Uno è l’ETF BNP Paribas Easy NMX 30 Infrastructure Global  (ISIN: LU1291109293), che però io sconsiglio perché ha una dimensione estremamente ridotta (solo 20 milioni di euro).

E’ preferibile invece l’ETF Xtrackers S&P Global Infrastructure (ISIN: LU0322253229). La dimensione di questo fondo è maggiore, con 248 milioni di euro di massa gestita. Non è tantissimo, ma comunque molto meglio del precedente.

L’ETF replica l’indice S&P Global Infrastructure in modo sintetico e reinveste i dividendi incassati (ETF ad accumulazione). Il costo è dello 0,60%.

L’indice, a livello settoriale, vede le utilities pesare per il 41,10%, il settore industriale per il 40,80% e l’energia per il 18,1%.

Il titolo più rilevante è Transurban Group, società di gestione stradale e autostradale operante in Australia e Nord America. A seguire troviamo Aena SA, Enbridge INC, NextERA Energy e poi la nostra Atlantia.

Per quanto riguarda l’esposizione settoriale, invece, troviamo gli USA al primo posto con un peso del 36,78%, poi l’Australia (10,13%), il Canada (9,63%) e poi l’Italia (9,01%).

Conviene investire in un ETF infrastrutture?

Di seguito il confronto tra questo “tema” e l’indice MSCI World:

ETF infrastrutture grafico

Come puoi vedere, l’indice MSCI World ha fatto molto meglio dell’ETF infrastrutture negli ultimi 5 anni.

Questo può accadere quando si investe in un tema specifico, perché non è detto che questo raccolga sempre l’interesse degli investitori rispetto al mercato generale.

Complessivamente, quindi, un ETF infrastrutture è sicuramente interessante. Tuttavia, non eccedere nell’esporti su questo tema, poiché non c’è alcuna garanzia di battere l’indice generale. Il mio suggerimento è di non superare il 5% del totale del tuo portafoglio.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.