fbpx

Come investire in questa ripresa dei mercati azionari – EF Report 243

Più o meno sette giorni fa, scrivevo qui che forse il
mercato azionario, raggiungendo i minimi di gennaio
poi ribaditi due volte a febbraio e marzo, aveva scontato
il peggio e che un possibile ciclo rialzista, magari di breve
periodo, poteva iniziare.

Sembra che la cosa si sia verificata ed ora, in questi
giorni, finalmente riusciamo ad avere qualche soddisfazione
dalle azioni.

Ora il problema è capire se questa è la fine dei ribassi
e l’inizio di una possibile inversione, oppure se effettivamente
sarà solo una pausa nell’ambito del mercato ribassista.

Purtroppo non è facile rispondere.

Dalla macroeconomia, arrivano notizie poco incoraggianti.
Le vendite di beni durevoli diminuiscono, gli investimenti
calano e i consumatori comprano meno. In più, tutti i
problemi del settore del credito sono tutt’altro che conclusi.

E nonostante questo, il mercato tiene a fronte di tutte
queste brutte notizie. Il che è molto positivo.

Quindi, come muoversi ora sui mercati azionari?

Il mio suggerimento, nonché il mio modo di operare, è
di approfittare di questi ribassi per entrare o accumulare
azioni che si è intenzionati a tenere per molto tempo.

I livelli attuali degli indici azionari non sono sopravvalutati,
quindi è molto probabile che da oggi ai prossimi 3-5 anni
ci siano dei guadagni da portare a casa, salvo qualche
catastrofe finanziaria imprevista.

Tuttavia, fare speculazione di breve in questo momento
non è facile. E’ difficile dire quali livelli potranno essere
raggiunti dagli indici.

Lo S&P500 ha una resistenza abbastanza forte poco
sotto 1.400. Terrà anche questa volta, o l’indice riuscirà
ad andare oltre?

Ancora, domande senza facile risposta.

Per questo credo sia meglio investire o accumulare
posizioni che sono destinate a restare in portafoglio
per alcuni anni. Non si può sapere con certezza
dove saremo tra uno o due mesi, ma ci sono buone
probabilità (benchè, ovviamente, non la certezza) che
tra tre o cinque anni saremo un po’ più in alto di oggi.

E comprare titoli di valore, magari che pagano
buoni dividendi, o ETF di blue chip ben diversificati
a livello globale, in questo momento è, a mio avviso,
una scelta giusta e che può ripagare bene. Sempre
a patto di avere un orizzonte temporale medio-lungo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.