Bande di Bollinger strategia interessante?

bande di bollinger strategia

Molto spesso abbiamo parlato di indicatori tecnici da usare per prendere scelte di investimenti e tra questi indicatori le Bande di Bollinger è sicuramente uno dei più importanti.

Vediamo oggi di capire qualcosa di più di questo indicatore e valutare se possiamo usarlo con successo. Come abbiamo visto, raramente gli indicatori tecnici sono perfetti e anche questo indicatore non fa eccezione.

Bande di Bollinger strategia contrarian per l’investitore

Iniziamo a capire cosa sono le Bande di Bollinger.

Si tratta di un indicatore composto da 3 curve.

La prima, quella centrale, è una media mobile, generalmente a 20 giorni. A questo punto, da tale media, si costruiscono altre due curve basandosi sulla deviazione standard moltiplicata per un fattore, generalmente intorno a 2.

Quindi, semplificando, la banda superiore rispetto alla media si ottiene aggiungendo alla media la deviazione standard moltiplicata per il fattore 2, mentre quella inferiore si ottiene sottraendo alla media la deviazione moltiplicata per 2.

Graficamente otteniamo una situazione di questo tipo:

bande di bollinger strategia grafico

Ora, con queste bande quali sono le strategie che possiamo adottare?

Generalmente la Bande di Bollinger strategia funziona così:

1 – Quando il prezzo esce dalla banda superiore e poi vi rientra, è un segnale di vendita

2 – Quando il prezzo esce dalla banda inferiore e vi rientra, è un segnale di acquisto

Come puoi vedere, si tratta di una strategia contrarian. Infatti, per uscire dalla banda superiore è necessario che i prezzi abbiano registrato una forte accelerazione. A quel punto, arrivati a livelli estremi, si vende per sfruttare la successiva normalizzazione e correzione.

Il contrario succede quando il prezzo esce dalla banda inferiore per poi rientrare.

Bande di Bollinger strategia sempre vincente?

Questa strategia è sempre vincente?

Non proprio. Infatti, nulla impedisce che il prezzo che ad esempio esce dalla banda superiore per poi rientrare potrebbe poi continuare a salire restando nei pressi della banda superiore o addirittura uscendo di nuovo.

Ad esempio, torna a guardare il grafico che ho messo sopra. Guarda cosa succede intorno a settembre 2017 quando il prezzo è uscito dalla banda superiore intorno a 2.500 punti. Da allora, il prezzo ha continuato a salire e non si è più arrivati alla banda inferiore fino a qualche giorno fa, quando è stata sfiorata la banda inferiore ad un livello di prezzo comunque molto più alto.

Inoltre, le Bande di Bollinger danno spesso segnali di breve periodo, quindi sono più adatte quasi ad un’attività di scalping che non ad una operatività di posizione di medio/lungo termine.

Il risultato, anche quando funzionano, è che questa strategia ci offre molti piccoli profitti. Tuttavia, le poche perdite sono spesso rilevanti in proporzione. Spesso è quindi necessario avere delle stop-loss di altro tipo.

Concludendo, questa strategia può essere interessante. Tuttavia, personalmente non la amo molto e preferisco usare indicatori di tipo trend following.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.