fbpx

Azioni FCA, dopo il taglio dei dividendi conviene investire?

azioni FCA

Il Covid 19 ha avuto molti effetti sull’economia di questo 2020.

Uno dei trend più consolidati a livello globale quest’anno è stato il taglio dei dividendi a seguito degli effetti del Covid sui conti aziendali.

Vediamo qualche dato generale.

Come ha recentemente evidenziato Il Sole 24 Ore in un articolo che a sua volta si rifà ad uno studio di Janus Henderson, gruppo di gestione investimenti di Londra, il Covid si è mangiato, a livello globale, oltre 200 miliardi di dollari di dividendi.

Una cifra davvero notevole, pari ad 1/6 dei dividendi mondiali che erano pari a 1.200 miliardi di dollari.

La cosa ha riguardato tutti gli indici e molte delle maggiori aziende e ovviamente Piazza Affari non è rimasta immune.

Il nostro listino, che storicamente è molto generoso per le sue cedole, ha visto una revoca complessiva di 8,6 miliardi di euro, a fronte di una distribuzione dividendi pari a 11,2 miliardi. Sono stati tagliati, quindi, circa il 40% dei dividendi.

Tra i tagli, ci sono state anche società illustri come ad esempio le azioni FCA.

Azioni FCA dividendi tagliati e business ciclico

FCA è uno dei più importanti costruttori auto del mondo, detenendo alcuni marchi storici come Fiat, Alfa Romeo, Chrysler e Jeep.

Il suo business è concentrato in Europa e Nord America, con quest’ultimo che da anni è il mercato più profittevole dell’azienda.

Si tratta di un gruppo da oltre 100 miliardi di euro di fatturato (per la precisione 108 miliardi nel 2019) e circa 2,7 miliardi di utile ordinario.

Nell’esercizio 2018 le azioni FCA avevano staccato un dividendo di 0,65 euro per azione, per un totale erogato di oltre un miliardo di dollari. Questo al netto di un dividendo straordinario di 1,3 euro legato alla cessione di Magneti Marelli.

Per il 2020, il dividendo a valere sull’esercizio 2019 era stato deliberato in 0,7 euro per azione, poi sospeso.

Di fatto, il solo taglio dei dividendi FCA ha rappresentato oltre 1/8 del totale dei tagli del nostro listino.

Da un punto di vista aziendale il taglio ci sta tutto. In un anno come questo, è sicuramente buona cosa trattenere risorse all’interno dell’azienda per garantire investimenti e forza finanziaria.

Tuttavia, come investitori il taglio dividendi FCA non è sicuramente una buona notizia.

Purtroppo, però, questo accade quando si investe in titoli abbastanza ciclici. E le azioni FCA sono sicuramente cicliche.

Azioni FCA, non è la prima volta che si tagliano i dividendi

Le azioni FCA hanno avuto sempre un dividendo un po’ irregolare.

Anche ai tempi del gruppo Fiat, i dividendi venivano regolarmente sospesi negli anni di crisi per poi riprendere negli anni migliori.

Di fatto, le azioni FCA non sono mai state l’ideale per chi cerca dividendi e cedole stabili e regolari. Le azioni FCA sono state, invece, una buona scelta per chi vuole fare investimenti ciclici, da acquistare cioè durante le fasi di crisi per poi capitalizzare durante le riprese.

Scelta di investimento lecita, ma personalmente ho sempre trovato i rendimenti di lungo termine migliori in società con un business più stabile e che pagano cedole più regolari.

Perché le azioni FCA non sono la mia scelta preferita

Devo dire qualcosa in più sulle azioni FCA su questo tema.

Sia chiaro, il gruppo FCA dai tempi di Marchionne si è affermato come uno dei principali costruttori di auto. Personalmente non so se il gruppo riuscirà a tenere il passo con le grandi evoluzioni del settore auto di questo periodo. Magari il gruppo tra qualche anno sarà uno dei migliori, o magari sparirà. Ma il punto non è questo. Quello che voglio farti capire è perché le azioni FCA non sono la mia scelta preferita.

Ci sono diversi aspetti che non mi piacciono. Molti di questi non sono legati alle azioni FCA in se, ma al settore nel suo complesso. Te li riassumo di seguito:

  1. Le vendite sono molto cicliche con oscillazioni spesso notevoli da un anno all’altro. Di conseguenza, anche i dividendi e i prezzi di Borsa tendono ad essere un po’ “movimentati”.
  2. Il settore è in piena rivoluzione. Questo rende difficile individuare chi rimarrà sul mercato in modo competitivo.
  3. Come conseguenza del punto 2, ma anche come conseguenza del business in se, questa azienda ogni anno deve reinvestire gran parte del cash flow solo per mantenere il business. Rinnovare il catalogo modelli o rinnovare gli impianti richiede un grande volume di investimenti annuali.
  4. La concorrenza è globale, si fa sulla differenziazione, ma parzialmente anche sul prezzo. Le forte innovazioni del settore, peraltro, stanno rapidamente abbattendo le barriere all’entrata, con nuovi player come ad esempio Tesla che stanno rapidamente crescendo ed erodendo quote di mercato.

Se le azioni FCA non sono le migliori, quali lo sono?

Per contro, io preferisco aziende che:

  1. Abbiano vendite stabili e preferibilmente in lieve crescita ogni anno. In questo modo sono in grado di pagare dividendi regolari e in crescita e anche i prezzi tendono ad essere poco movimentati.
  2. Le barriere all’entrata sono elevati, le aziende gestiscono da protagoniste il progresso tecnologico o addirittura lo determinano, lasciando meno spazio a concorrenti esterni
  3. I margini sono elevati e solo una piccola parte dei flussi di cassa debbono essere reinvestiti per mantenere il business

Quest’anno, mentre al mondo sono stati sospesi 200 miliardi di dividendi, i titoli del nostro servizio azionario CRESCITA & RENDIMENTO hanno lasciato tutti i dividendi intatti o addirittura li hanno aumentati, senza che questo abbia messo a rischio la loro solidità finanziaria.

La selezione di questo tipo di società ci ha permesso di realizzare dal 2012 un rendimento annuo composto superiore al 15%.

Normalmente CRESCITA & RENDIMENTO è chiusa ai nuovi abbonati e la riapriamo solo in alcuni momenti specifici. E proprio ora, in concomitanza con la fine dell’anno, abbiamo riaperto il servizio con il consueto sconto. Se vuoi costruire un portafoglio azionario di qualità, approfittane subito.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.