Azioni con buon dividendo: perché possono essere una scelta vincente

Perché a volte comprare singole azioni può essere una buona scelta

Su questo blog e nei nostri servizi premium ho sempre sostenuto l’importanza di investire con ETF, perchè questo permette di diversificare e, di conseguenza, non sostenere il rischio di un singolo titolo azionario (rischio specifico).

Tuttavia, c’è un motivo per cui, a volte, investire in singoli titoli azionari può essere una buona scelta.

Sto parlando della fiscalità.

Poiché i guadagni degli ETF non possono essere compensati con le minusvalenze pregresse, qualora un investitore abbia delle perdite accumulate queste possono essere compensate solo con i profitti di altri strumenti finanziari, in particolare con quelli delle azioni.

In questa situazione, persino un rendimento lordo leggermente inferiore può generare un rendimento netto migliore.

Tuttavia, il rischio di ogni società può essere notevole e va attentamente ponderato.

Da questo punto di vista, un criterio di selezione permette, storicamente, di ridurre notevolmente il rischio, selezionando società che hanno una maggiore stabilità ma che comunque nel tempo crescono bene.

Dividendo buono e in crescita

Le società che pagano buoni dividendi agli azionisti e che nel tempo fanno crescere questo dividendo hanno storicamente una volatilità inferiore e una redditività superiore alla media del mercato.

In USA questo gruppo ha un indice denominato “Dividend Aristocrat“, che comprende aziende che hanno aumentato il dividendo per almeno 25 anni consecutivi.

Questo indice storicamente ha sovraperformato l’S&P500.

In Europa non c’è ufficialmente un indice simile, tuttavia diverse aziende hanno caratteristiche simili a quelle dei dividend aristocrat.

Non confondete gli alti dividendi con i dividendi di qualità

Quando si parla di buoni dividendi, molti cercano le società tra quelle con il dividend yield maggiore.

Sebbene anche questa strategia possa essere interessante (basti guardare le performance delle strategia “Dogs of the Down“), non è questo l’approccio corretto e comunque non è questo ciò che intendo.

Infatti, spesso in passato le aziende con il solo dividend yield alto sono problematiche, finiscono con il tagliare la cedola e non raramente c’è persino stato chi è fallito.

Quello su cui, invece, occorre puntare, è la qualità dei dividendi.

Se una società aumenta la cedola per oltre 25 anni di seguito, sostanzialmente vuol dire che:

1 – I buoni dividendi non sono estemporanei, ma costanti nel tempo

2 – L’azienda ha un ottimo business model, stabile e solido.

3 – Molto probabilmente l’azienda ha un forte vantaggio competitivo, sia esso un marchio forte, un ottimo sistema distributivo, un vantaggio di costo, ecc…

4 – L’azienda ha spesso una solida situazione finanziaria e quindi la cedola pagata annualmente (o trimestralmente) non pregiudica la posizione finanziaria generale.
Queste e altre caratteristiche sono la base di un’azione solida, stabile e redditizia

Come scegliere

Ovviamente ci sono molte società con queste caratteristiche in tutto il mondo e scegliere non è semplice. Per questo alcuni anni fa ho aperto un servizio denominato “Crescita & Rendimento” che punta proprio a selezionare questo genere di società.

Negli ultimi anni le performance sono state notevoli.

Ad esempio, una società del settore medicale/farmaceutico ha realizzato il +134% in poco più di tre anni.

Un’altra società del settore articoli sportivi ha fatto +142% nello stesso periodo.

Un’altra società del settore ottica ha fatto +100% sempre in 3 anni.
E poi molte altre aziende hanno messo a segno un ottimo risultato.

Ovviamente quanto fatto in passato non è sempre facilmente replicabile in futuro, tuttavia ci sono sempre buone opportunità sul mercato.
Attualmente Crescita & Rendimento non è aperto al pubblico, avendo chiuso l’ultimo “round” di sottoscrizioni a gennaio.

Tuttavia, presto sarà riaperto, quindi se siete interessati a questo genere di azioni vi suggerisco di visitare periodicamente il blog per non perdere questa opportunità.

2 pensieri riguardo “Azioni con buon dividendo: perché possono essere una scelta vincente

  • 26 gennaio 2018 in 13:55
    Permalink

    I guadagni da dividendo , possono compensare le minusvalenze ?

  • 26 gennaio 2018 in 16:43
    Permalink

    Purtroppo no. Le minusvalenze si compensano solo con plusvalenze su titoli azionari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.