fbpx

Investire in Apple, un’analisi della società

Oggi ti parlerò dei pro e contro di un possibile investimento in Apple, una delle società più famose al mondo.

In questo blog ti suggerisco sempre l’impiego degli ETF per i tuoi investimenti, perché con gli ETF puoi investire in mercati molto diversi e al tempo stesso raggiungere un ottimo livello di diversificazione.

Tuttavia, a volte può essere utile, se non addirittura necessario, che tu abbia anche singoli titoli. I motivi sono due:

1 – Ritieni che una particolare società possa fare meglio del mercato

2 – Hai delle minusvalenze che non possono essere compensate con i profitti degli ETF, ma è necessario compensarle con gli utili di singoli titoli azionari.

In entrambi i casi, comunque, devi individuare singoli titoli azionari dalle buone potenzialità. Altrimenti, i profitti diventano perdite!

Ci sono diversi elementi che devi considerare per selezionare i titoli migliori. Oggi voglio farti l’analisi di una singola società per farti capire quali sono gli elementi che devi tenere in considerazione. La società che analizzerò per te è Apple.

Apple, una società leader mondiale nel settore

Il primo elemento che guardo quando scelgo una società è la sua posizione competitiva sul mercato. Non è un aspetto quantitativo, ma qualitativo. Se una società non è forte sul suo mercato ma perde costantemente quote di mercato o, peggio, opera in un settore in declino, sarà difficile fare buoni profitti anche se il prezzo d’acquisto è molto basso.

Apple ha la leadership di mercato in molti dei segmenti in cui opera, dagli smartphone alla musica on line, dai tablet ai computer, oltre che tutti i software collegati.

Inoltre Apple ha una presenza globale, altra cosa molto positiva perché questo la isola da eventuali crisi locali. La presenza internazionale è un altro aspetto che il titolo che selezioni deve avere.

Da società “growth” a società “value”

Quindi dal punto di vista qualitativo Apple ha molti aspetti positivi.

Ma per quanto riguarda gli aspetti quantitativi come si presenta la società?

Negli anni passati Apple si è contraddistinta sul mercato per un notevole tasso di crescita. Crescita che si è sviluppata per tutti gli anni 2000.

Ora la società è la più grande al mondo per capitalizzazione e quindi è sempre più difficile che l’azienda riesca a crescere costantemente come lo scorso decennio. Anzi, è del tutto fuori discussione.

Questo però non è necessariamente un problema.

Infatti, anni fa i multipli di Apple erano molto elevati, mentre oggi sono più normali, se non addirittura economici.

Il rapporto P/E della società è poco sopra a 11, mentre il rapporto tra prezzo e utili attesi per il 2017 è poco sopra 10.

La società ogni anno genera miliardi di dollari di cassa. Per la precisione, il cash flow disponibile per gli azionisti è stato di 56 miliardi di dollari nell’ultimo anno. Questo flusso di cassa viene usato per pagare dividendi e per riacquistare azioni proprie, oltre che per aumentare ancora la posizione finanziaria netta da usare in futuro per eventuali operazioni straordinarie.

Queste sono alcune delle principali caratteristiche da considerare quando si acquista un singolo titolo.

Ed è proprio quello che facciamo nel nostro servizio Crescita & Rendimento, che generalmente è chiuso ai nuovi abbonati, ma in questi giorni ha riaperto per i nuovi iscritti. Apple non è nel nostro portafoglio, ma ci sono molte altre società con caratteristiche simili sia nel settore tecnologia, sia in altri settori.

Buon investimento

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.