Rialzo tassi d’interesse: ecco 2 benefici per gli investitori!

rialzo tassi d'interesse benefici per investitoriSembra proprio che l’era dei tassi d’interesse bassi, per non dire nulli, sia terminata! La maggior parte delle Banche centrali, in primis la FED, hanno intrapreso il sentiero del rialzo dei tassi.
Nel giro di pochi mesi i tassi d’interesse di riferimento sono decisamente aumentati! Pure la BCE, anche se un pò più lenta, è incanalata in quella direzione! L’obiettivo prioritario che si sono date le banche centrali è il ritorno dell’inflazione verso il livello obiettivo del 2%!
Eppure l’aumento dei tassi d’interesse, non piace agli operatori di mercato perché tende a raffreddare l’economia, l’imitando l’accesso al credito.
La ripercussione più intuitiva è un rallentamento della crescita delle imprese con impatto negativo sulle quotazioni azionarie.
Fermo restando che, fortunatamente, non esiste una correlazione così lineare e scontata, tra aumento del costo del denaro e diminuzione degli utili aziendali, l’aumento dei tassi d’interesse crea per gli investitori comunque delle opportunità d’investimento.

Aumento tassi d’interesse conto deposito 2022

Con l’aumento del tasso d’interesse di riferimento, le banche hanno iniziato a rendere i mutui, in generale le concessioni di credito, più care. L’aumento del costo del prestito, consente alle banche di marginalizzare di più. Ciò le permette, a sua volta, di pagare di più a chi le presta del denaro.
In altri termini, con i mutui più cari le banche si posso permettere di offrire dei tassi d’interesse più alti sui depositi bancari. Ne consegue che un conto deposito 2022 è più remunerativo di uno degli anni precedenti.

Basta dare un’occhiata in giro per rendesi conto che negli ultimi mesi c’è stato un incremento della remunerazione dei conto deposito 2022. Certo, nulla di eclatante, ma sicuramente qualcosina in più rispetto al passato. Qualcuno potrebbe dire che con gli interessi degli attuali conti deposito non si copre neanche l’inflazione. Giusta osservazione, ma il danno sarebbe sicuramente maggiore se lasciassero i soldi sul conto corrente!

Aumento rendimenti titoli di Stato

Un altro effetto dell’aumento dei tassi d’interesse di riferimento è il rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato, ma in generale di tutte le obbligazioni, per effetto del calo delle quotazioni. Esiste, infatti, una relazione inversa tra andamento dei tassi d’interesse e prezzo di un’obbligazione.

L’aumento dei rendimenti delle obbligazioni consente, quindi, oggi di poter ottenere un rendimento investendo anche sui titoli a reddito fisso. Cosa impensabile fino a qualche mese fa, dove era necessario accontentarsi delle briciole!

Rialzo dei tassi e rotazione del portafoglio

Sulla base di quanto ciò detto, il rialzo dei tassi d’interesse, specialmente se verrà mantenuto per un periodo significativamente lungo, potrebbe innescare una rotazione dei portafogli, trasferendo parte degli investimenti azionari in obbligazioni/titoli di Stato e conti deposito.

Come puoi vedere, in qualsiasi circostanza c’è l’opportunità di ottenere dei guadagni. Certo, a tutti piacerebbe rivivere l’ultimo decennio in cui è salito tutto, sia le azioni che le obbligazioni, garantendo praticamente a tutti ottimi profitti!
Quel periodo è difficile che si ripeta! Soprattutto per un numero così prolungato di anni. Però, hai appena visto che in ogni caso il mercato offre opportunità di guadagno.

Ti piacerebbe gestire in prima persona il tuo capitale? Approfitta del corso GRATUITO investitore SMART.

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.