costi conto corrente: anche la tua banca il ha aumentati?!

costi conto correnteIn questo ultimo periodo le banche tradizionali e le banche online stanno inviando ai propri correntisti lettere di variazioni unilaterale di contratto. Si tratta di avvisi in cui si evidenzia la volontà della banca di alzare i costi di tenuta conto corrente!

Perché si sta registrando questo aumento generalizzato dei costi di conto corrente?! Cosa bisogna fare per difendersi da tali aumenti?!

Costi conto corrente: perché le banche li stanno aumentando?!

Iniziamo con il capire perché le banche progressivamente stanno alzato i costi di conto corrente. Il motivo è semplice: le banche, come qualsiasi altra attività d’impresa, a fine anno devono far quadrare i conti. Negli ultimi anni i margini di guadagno, a causa soprattutto della progressiva e perpetrata riduzione dei tassi d’interesse, hanno registrato un trend decrescente.

I tassi d’interesse BCE bassi incidono, infatti, sui tassi da applicare ai mutui che in questi ultimi anni non sono mai stati così bassi. Inoltre molte banche hanno visto ridurre le loro entrate anche a causa dei rendimenti ormai attorno allo zero dei titoli di Stato italiani ed esteri, di cui molti istituti di credito sono pieni tra i loro attivi.

Si è reso così necessario per molte banche trovare altre fonti reddito. Una di queste è stata l’aumento dei costi di conto corrente!
La cosa “strana” è che anche le banche online, che tipicamente hanno costi conto corrente inesistenti grazie ad una struttura organizzativa più flessibile che consente di minimizzare i costi di gestione, hanno sentito l’esigenza di trovare altre fonti di reddito per garantirsi un’adeguata redditività!

C’è anche da dire che oggi le banche sono molto più controllate rispetto al passato. Stress test, valutazioni di parametri patrimoniali e reddituali ecc. ecc., le spinge ad avere una struttura più “disciplinata”.

Inserimento costi di conto corrente: ecco alcune banche che lo hanno fatto!

Unicredit è una di quelle banche che ha inserito costi di conto corrente. Il conto My Genius nella versione base non prevedeva costi di tenuta conto! Vi erano dei costi solo se si desiderava avere moduli aggiuntivi che consentivano di avere più servizi a disposizione.

Da gennaio 2020 il costo conto corrente my genius è di 3 euro/mese, ovvero 36 euro annui! Inoltre, anche i moduli aggiuntivi hanno visto aumentare il loro costo mensile!

Come dicevamo prima, la meraviglia arriva dalle banche online che hanno deciso di inserire i costi di conto corrente!
Giusto per fare un esempio Fineco, che è la banca online più grande e conosciuta in Italia, da qualche mese sta comunicando ai propri clienti inserimento di costi di conto corrente.
Una bella batosta per i milioni di correntisti che da questo 2020 si troveranno a sostenere costi conto corrente di 3,95 euro/mese, ovvero 47,70 euro annui!

La banca mette a disposizione dei clienti un piano che permette di azzerare i costi di tenuta conto. Ad esempio, con la domiciliazione bancaria si risparmia un euro al mese. La questione è che per azzerare i costi conto corrente è necessario sottoscrivere anche prodotti finanziari promossi dalla stessa fineco! Mmmhh, anche no grazie!
Fineco è un’ottima banca online, ma sottoscrivere prodotti finanziari costosi per azzerare il canone mensile di conto corrente non mi sembra un’operazione intelligente!

Come difendersi dagli aumenti dei costi di conto corrente: i nostri consigli!

Oggi il conto corrente è di fatto divenuto obbligatorio! Se percepisci uno stipendio, per legge questo deve esserti pagato solo con accredito sul conto corrente. Se prendi una pensione questa ti viene erogata sul conto corrente!

Cosa puoi fare dinanzi a questo aumento dei costi di tenuta conto?!

Noi ti consigliamo di:

  • verificare l’aumento dei costi di tenuta conto corrente
  • se non hai particolare necessità, riduci il numero dei conti corrente. Con la diffusione dei conti correnti on line a costi zero, negli ultimi anni ci siamo fatti prendere tutti un pò la mano. E’ facile che tu abbia più di un conto corrente senza averne particolare bisogno!
  • di fare attenzione a non sottoscrivere servizi offerti dalle banche per azzerare i costi di conto corrente. Corri il rischio di sottoscrivere prodotti costosi che invece di farti risparmiare ti fanno spendere di più!

Siamo convinti che l’inserimento/aumento dei costi conto corrente cui stiamo assistendo in questo periodo sarà per sempre; rimarranno tali anche quando i tassi d’interesse di riferimento ritorneranno su livelli medi, aumentando il margine di redditività delle banche.
L’unico modo che avrai in futuro per azzerare i costi di tenuta conto sarà quello di migrare banca sfruttando un’offerta rivolta ai nuovi clienti!
Nel frattempo, l’unica cosa che puoi fare è cercare di non peggiorare la situazione sottoscrivendo anche prodotti finanziari costosi!
Oggi, più che in passato, ha senso orientarsi verso prodotti poco costosi e fare scelte che massimizzino l’economicità come investire in etf! Non sai cosa sono gli etf? Sfrutta il CORSO gratuito INVESTITORE SMART, per apprendere i segreti di un investitore di successo!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.