fbpx

Commissioni di performance o di incentivo: ecco come ti fregano i fondi comuni!

commissioni di performance

Le commissioni di performance sono una delle forme di spesa più subdole ed antipatiche inventate dai gestori dei fondi comuni per guadagnare alle tue spalle!

E’ normale che un fondo comune d’investimento preveda dei costi. Gestire un fondo comporta delle spese e quindi è sacrosanto che tu che hai deciso di sottoscrivere un fondo comune sostenga delle spese!

Il problema non è, quindi, la presenza di voci di costo, ma l’ammontare spesso elevato e, a volte, la modalità di calcolo delle stesse!
Dopo una brevissima carrellata delle voci tipiche di spesa che presenta un fondo comune d’investimento, ci soffermeremo sulle commissioni di performance.

Ecco le spese tipiche che sostieni quando sottoscrivi un fondo comune d’investimento!

Partendo dal presupposto che l’unica cosa che può frenare la vastità delle spese cui ti esponi quando sottoscrivi un fondo comune è la fantasia del gestore, qui, passeremo in rassegna velocemente le voci di costo tipiche che gravano sui fondi:

  • commissioni di sottoscrizione (o ti entrata)
  • commissioni d’uscita 
  • costi di gestione (sono le spese correnti sostenute per la gestione del fondo. Rappresentano la somma dei costi di gestione e delle varie spese amministrative. Generalmente è espressa in termini percentuali e può variare di anno in anno. Per questo, il valore che trovi espresso nel foglio informativo si riferisce all’anno precedente ed è orientativo.
  • eventuali spese di collocamento (questa voce di spesa è tipica dei fondi a durata prestabilita)
  • commissioni di performance o di incentivo: è quella remunerazione extra che spetta al gestore se il fondo se riesce ad ottenere un extra rendimento rispetto al mercato (extra-performance relativa) o rispetto a se stesso (extra-performance assoluta).

Le commissioni di performance o incentivo: ecco come ti fregano i fondi d’investimento!

Sicuramente quando hai letto la logica su cui si fondano la commissioni di performance o incentivo hai storto il naso! Eh, lo so, non è di immediata comprensione! Ed è proprio la poca chiarezza che circola attorno a questa voce di spesa che spinge i gestori a creare regole di calcolo a loro vantaggio!

Commissioni di performance: il fondo guadagna anche quando tu perdi!

Esistono diverse modalità di calcolo della commissione di performance. Negli anni i gestori ne hanno escogitata una alquanto semplice ma diabolica!
La commissione di performance viene calcolata con una periodicità molto stretta, spesso su base mensile o trimestrale. Questo comporta il sostenimento di spese di extra-rendimento anche se a fine hanno hai ottenuto un rendimento negativo! Sì, hai capito bene!

Se la periodicità di calcolo della commissione di performance è su base mensile, è sufficiente che il fondo abbiamo fatto meglio rispetto al mese precedente (extra -performance assoluta) o rispetto al benchmark  (extra-performance relativa) per vederti sottrarre denaro dai tuoi risparmi!

Facciamo un semplice esempio pratico!
Quello rappresentato nel grafico sottostante è l’andamento del fondo che hai sottoscritto. Ogni punto di swing, quindi di cambio di direzione, coincide con la fine di ogni mese. Supponiamo che il fondo preveda una commissione di performance mensile di tipo assoluto. Questo significa che viene riconosciuta ogni qual volta il fondo fa meglio del mese predente.

Secondo questa logica il fondo si prenderà una commissione di performance a fine gennaio, marzo, maggio, luglio, settembre, novembre.
Questo perché semplicemente il fondo nei mesi che ti ho elencato sopra ha realizzato un rendimento migliore rispetto al mese precedente! La beffa è che a fine anno, come puoi facilmente notare, il fondo ha avuto una performance negativa!!!

Commissioni performance con cadenza mensile
Commissioni performance con cadenza mensile

Il discorso non cambia se la commissione di performance viene calcolata rispetto al mercato (benchmark). Ogni qualvolta a fine mese il fondo batte il benchmark, il gestore viene remunerato!

In Italia, la Banca d’Italia vieta che le commissioni di performance vengano calcolate in questo modo! Tuttavia, nel nostro bel paese vengono collocati migliaia di fondi di diritto Lussemburghese o Irlandese dove le norme sono molto meno stringenti!

Commissioni di performance o incentivo: la MIFID 2 imporrà regole comuni europee(?)

Da qualche mese a questa parte si vocifera che con la nuova normativa europea si dovrebbe arrivare ad imporre in tutti i paesi le stesse modalità di calcolo delle commissioni di performance. Il fine è di evitare che queste ultime siano a tutto svantaggio del risparmiatore.
Ad ora, però, nonostante qualche fondo sia già corso ai ripari, passando da una periodicità mensile ad una annuale, non esiste ancora una norma europea che regola la questione!

Commissioni di performance o incentivo: meglio evitarle del tutto!

Se da un lato si sta facendo uno sforzo per creare una regolamentazione europee sulle commissioni di performance che non penalizzi i risparmiatori, dall’altro siamo convinti che la miglior soluzione per te risparmiatore è che non sia applicata nessuna commissione di questo tipo!

D’altronde, se dai i tuoi soldi in gestione a dei professionisti è perché speri che ti facciano guadagnare più di quanto non possa fare tu da solo!
La commissione di performance è come se dovessi pagare due volte l’avvocato. Una prima volta perché ti segue nella causa e la seconda volta se riesce a battere la controparte! La troveresti una cosa assurda?! Certo che sì! Se ti rivolgi ad un avvocato è perché vuoi che ti faccia vincere la causa! Ed è quello l’unico motivo per cui lo paghi! Non per altro!

Per cui sarebbe del tutto immorale se si facesse pagare una seconda volta dopo aver vinto la causa!

Una valida alternativa ai fondi comuni d’investimento pensata per te!

Le commissioni di performance sono quasi sempre applicate sui fondi azionari. Per fortuna hai la possibilità si investire in azioni senza che qualcuno ti spilli soldi in maniera più o meno inconsapevole!
Da oggi e, per poco tempo, puoi approfittare della PROMO Crescita & Rendimento che ti dà la possibilità di investire con una sola spesa minima e senza sorprese nelle migliori azioni internazionali!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.