fbpx

Buy and hold: la tecnica vincente in periodi di crisi! Ma.con dei limiti!

buy-and-holdSe bazzichi da un pò nel mondo degli investimenti sicuramente avrai letto o sentito pronunciare le parole “buy and hold“. Queste due parole letteralmente significano “acquista e mantieni”. Si tratta, come intuitivamente puoi immaginare, di un approccio all’investimento per nulla aggressivo.

Anzi, è il tipo comportamento da “cassettista”. Il cassettista non è altro che un investitore che compra un titolo per poi custodirlo nel “cassetto” per un bel pò di tempo! Questo approccio all’investimento, che non è assolutamente nulla di innovativo, ritorna sempre agli onori della cronaca durante i periodi di crisi! Vediamo i pregi ma anche e sopratutto i limiti di questa “raccomandazione”!

Buy and hold: la strategia migliore da seguire nei momenti di crisi finanziaria?

Stando al consiglio del buy and hold, durante i periodi di crisi non dovresti liquidare nessuna posizione, ma dovresti stringere i denti e attendere che il mal tempo passi!

E’ vero, durante i crolli dei mercati come quello che si è verificato a marzo di quest’anno molti risparmiatori, presi dal panico vedendo il loro portafoglio perdere una percentuale consistente, hanno venduto tutti gli strumenti in portafoglio.

La perdita da potenziale, a causa della vendita degli strumenti finanziari diventa reale! Alcuni investitori giustificano la loro scelta dicendo: “meglio aver perso una parte che tutto il capitale investito”!

Giusto, giustissimo! Una delle prime regole per chi vuole essere profittevole in Borsa è “per guadagnare devi limitare le perdite”!

Se a questo punto ti senti confuso e ti stai chiedendo “allora qual è il comportamento corretto?“; hai fatto la giusta osservazione!!!

Buy and hold….ma in alcuni casi è necessario il “sell”!

Riprendendo il tuo dubbio, la risposta è che la verità sta nel mezzo! Il buy and hold è un approccio che ha senso solo se ciò che hai comprato è basato su una solida e comprovata strategia!

A quel punto non devi fare altro che essere disciplinato e rispettare “le regole”.

Diverso è il discorso se hai degli strumenti messi in portafoglio senza nessuna base “scientifica”! Magari comprati su consiglio dell’amico “esperto”.

In quel caso, il rischio di veder affondare ancora di più il tuo investimento è molto elevato! In quel caso, è necessario liquidare la posizione! Punto!

Questo però vale anche quando si opera su qualche singolo titolo ritenuto molto solido.

Vuoi un esempio? Supponiamo che nel 2006 tu abbia investito seguendo una strategia in azioni ENI. Cosa sarebbe successo se avessi seguito letteralmente l’approccio buy and hold?!

La risposta la trovi in questo grafico!

buy and hold ENI.MI quotazioni

A 14 anni dall’investimento staresti a leccarti le ferite! Il titolo non ha MAI più raggiunto i livelli del 2006, nè ovviamente rivisto i massimi storici raggiunti nel 2007, quando ogni azione quotava oltre i 28 euro! Come puoi vedere, la strategia compra e tieni durante la crisi del 2008 non avrebbe riscosso successo, almeno su questa azione!

Ecco la strategia migliore per investire!

Il buy and hold a nostro avviso va contrapposto alle strategie d’investimento di breve periodo. E questo deve essere chiaro!

Ma come hai potuto ben vedere, se applicata alla lettera senza cognizione di ciò che si sta mettendo in portafoglio si rischia di farsi seriamente del male!

A nostro avviso il termine “buy and hold” dovrebbe sottintendere un concetto più ampio della semplice interpretazione letterale del “compra e mantieni”.

Con il buy and hold si dovrebbe intendere un approccio di lungo termine all’investimento. Ciò significa che ogni investitore, soprattutto se si espone in misura significativa al mercato azionario, dovrebbe avere un orizzonte temporale d’investimento di lungo periodo. Questo perché su archi temporali medio/lunghi il mercato azionario statisticamente fornisce rendimenti positivi!

Ma questo non significa assolutamente che sia sufficiente mantenere un investimento per il lungo termine per guadagnare! Vedi grafico azioni Eni in alto!

L’approccio deve essere di lungo periodo, ma ciò che inserisci in portafoglio va seriamente valutato perché non è detto che il lungo periodo dia sempre risultati positivi, al di là di quello che metti in pancia!

Come avrai intuito, anche se condividi la logica del buy and hold sappi che per guadagnare non puoi fare a meno delle tecniche di base per la costruzione di un portafoglio d’investimento efficiente! Cosa aspetti? Iscriviti al corso GRATUITO investitore SMART!

Buon investimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.