C’è un orso alle porte – EF Report 210

Guardate un grafico azionario. Non importa se sia il Dow Jones o il nostro
S&PMib, l’Eurostoxx50 o lo S&P500.

Quello che vedrete sono una serie di picchi in cui ogni picco più recente
è più basso del picco precedente. Ed una serie di minimi, di “bottom,
dove ogni minimo è più basso del minimo precedente.

Questi sono tipici mercati ribassisti. Non importa se per qualche giorno
ci sarà qualche rally. Fino a che tali rally non saranno capaci di raggiungere
picchi più alti dei precedenti, difficilmente si potrà dire che questi mercati
stanno cambiando intonazione.

Un Orso invernale in formazione.

Il 21 novembre, il Dow Jones Industrial Average ha rotto i minimi di agosto,
facendo seguito a quanto aveva fatto, alcuni giorni prima, il Dow Jones
Transportation Average. Secondo la Dow Theory, che si è dimostrata
piuttosto valida nell’interpretare i movimenti azionari, questo è un tipico
segnale che siamo in un mercato al ribasso.

Il mercato ribassista è probabilmente iniziato quando la ripresa dei mercati
ha sostanzialmente fallito nell’infrangere i massimi precedenti.

Ci sono due aspetti “consolatori” che potrebbero scamparci dall’Orso.

Il primo è che la ciclicità è a nostro favore. I grandi ribassi difficilmente si
verificano in questi periodi. I mercati in genere cadono tra maggio e
novembre.

Il secondo è che gli altri indici, su tutti lo S&P500, non ha ancora rotto i
minimi di agosto. La quota è 1406. Se reggerà questo livello, allora
potremo vedere un po’ di ottimismo, altrimenti nulla può evitare il continuo
del ribasso.

Prudenza quindi.

Un mercato al ribasso trascina verso il basso anche i migliori titoli, come
uno al rialzo spinge verso l’alto anche i titoli pessimi.

A mio parere, non è il momento ora di andare a cercare titoli che possano
reggere meglio ai ribassi dei mercati. O almeno, tenete una quota bassa di
questi titoli, non oltre il 15-20%. Per il resto, tenete una buona dose di
cash ed obbligazioni. E in futuro, quando l’orso sarà più evidente, anche
gli ETF short potranno tornare utili.

Scritto da “Roberto” per Educazione Finanziaria

—————————————————————————————————–

Finalmente la globalizzazione può essere un’opportunità anche per te!

  • Cina, India e le altre economie emergenti stanno “deindustrializzando”
    Italia, Europa ed USA.
  • L’aumento dei tassi della BCE renderanno più costoso il tuo mutuo.
  • Il petrolio oltre i 60$ rende la tua bolletta più onerosa.
  • La delocalizzazione è realtà in molti settori lavorativi.

Se vivi e lavori in Italia sei sottoposto alle minacce della globalizzazione

Ma alcune persone stanno già traendo profitto da questo trend…

Continua a leggere

—————————————————————————————————–

Per ricevere gli articoli via e-mail, clicca qui ed inserisci il tuo indirizzo di posta

—————————————————————————————————–

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.