Mercati Finanziari

Quotazione Snapchat, opportunità o bolla?

quotazione Snapchat

Ad inizio marzo c’è stata la quotazione di Snap INC, la società madre del social media Snapchat. Come successo in passato con altre quotazioni eccellenti (ad esempio Facebook), la quotazione Snapchat ha catalizzato notevolmente l’attenzione.

Per il tuo portafoglio, può essere un’opportunità, oppure meglio starne alla larga?

Quotazione Snapchat, di cosa si tratta?

Ma che cos’è Snapchat? Si tratta di un servizio di messaggistica istantanea con cui si possono scambiare foto e video (ma anche testi) che vengono però cancellati dopo la visualizzazione. E’ anche possibile condividere album di foto e video che vengono però cancellati dopo 24 ore.

Insomma, può sembrare un altro banale social, eppure in questi anni il numero di utenti attivi è aumentato continuamente. Erano meno di 50 milioni nel 2014, sono oltre 150 milioni oggi.

Sicuramente, il titolo ha catalizzato l’attenzione degli operatori. Nel giorno della quotazione Snapchat, il 10% del volume delle contrattazioni sulla Borsa americana NYSE ha avuto come sottostante le azioni del social media.

Quotazione Snapchat, quali sono i fondamentali?

Detto questo, io non sono un esperto di social media, ma di finanza. Vediamo quindi la quotazione Snapchat dal punto di vista di un investitore.

Il prezzo di apertura della IPO era 17 dollari, ma subito il titolo è balzato in apertura a 25 dollari. Quindi, è arrivato fin sopra 29 dollari, per poi scendere sotto i 21 dollari.

Insomma, ad oggi il titolo ha sicuramente reso molto per i suoi fondatori e per i fondi che hanno sostenuto la crescita prima della quotazione. Dal momento della quotazione, invece, è stata un po’ una montagna russa.

A livello di fondamentali, la società non fa profitti. Anzi, al momento brucia soldi. Quasi mezzo miliardo nel 2016.

A fronte di questo, comunque, gli utenti stanno aumentando e i ricavi crescono più o meno con lo stesso ritmo del numero di utenti. Inoltre, la società sta tagliando i costi.

Insomma, i fondamentali non ci sono, ma stanno migliorando. Il social media sta già superando Twitter come utenti attivi ed ha già un valore doppio in Borsa. Inoltre, ricordo anche che Facebook, dopo la quotazione, perse circa il 50% prima di diventare il maggior social media del mercato azionario.

Investire nella quotazione Snapchat: si o no?

Personalmente, io non sono un sostenitore di questo genere di investimenti. Anche nel nostro servizio premium Crescita e Rendimento selezioniamo società di altro tipo, con un business più storico e consolidato e ricavi e profitti dimostrati.

Se però vuoi investire in Snapchat, mi raccomando fallo sempre usando delle stop-loss dinamiche per evitare che le possibili perdite diventino irreparabili.

Buon investimento.

Lascia un commento

Il tuo commento*

Your Name*
Your Webpage