Investire in Borsa

Conviene investire in azioni amazon?

conviene investire in azioni Amazon

Conviene investire in azioni Amazon? Sicuramente è una domanda che ti sei fatto se sei uno che segue questo titolo. Ma anche se non lo segui, sai sicuramente che si tratta di una delle più grandi storie di successo in Borsa e nell’economia in genere degli ultimi 20 anni. Una società partita dal nulla e diventata in pochi anni prima leader nella vendita di libri on-line, quindi della vendita on-line di un vastissimo catalogo di prodotti ed oggi un retailer (sempre on-line) che fa concorrenza a colossi come Wal-Mart e Tesco.

Ma dopo questa grande crescita, le azioni Amazon sono ancora un buon investimento?

Perché conviene investire in azioni Amazon: i pro dell’investimento!

Il titolo Amazon ha sicuramente molti pro. Innanzitutto, è oggi un leader di mercato globale, con un business che può espandersi ad un ritmo più veloce di altri retailers. Infatti, a differenza dei rivenditori tradizionali, la società per acquisire nuovi clienti in zone attualmente non servite non ha bisogno di fare enormi investimenti per aprire nuovi centri commerciali, supermercati o discount.

Basta solo organizzare la logistica e le consegne, far conoscere il proprio sito e il proprio marchio e potenzialmente possono essere raggiunti tutti i clienti. Non un lavoro facilissimo, ma sicuramente più rapido e meno dispendioso di chi deve fare grandi investimenti fisici.

La società ha poi una notevole forza finanziaria e commerciale rispetto ai concorrenti minori. E il suo business è replicabile ad una quantità infinita di settori merceologici. E’ infatti lontano il tempo in cui Amazon vendeva libri, CD e DVD. Oggi la società vende elettronica, videogame, abbigliamento, elettrodomestici. E migliaia di rivenditori usano a loro volta la piattaforma Amazon per raggiungere il mercato mondiale. Amazon, su questo, guadagna delle belle commissioni.

Ora, poi, la società si sta espandendo anche nel settore streaming con produzione di contenuti propri. In pratica, la società sta iniziando a fare concorrenza a Netflix.

Ma passiamo ora dagli elementi fondamentali a quelli tecnici. Ecco di seguito il grafico Amazon:

perché conviene investire in azioni Amazon

Come vediamo dall’andamento azioni Amazon, dopo i primi 10 anni di quotazione, dove anche se poco evidente la società ha più o meno triplicato, ci sono poi state due grandi ondate rialziste.

La prima è partita dal 2009 ed è durata fino al 2015. Il titolo, in questo periodo, è passato da circa 40 dollari a quasi 300. Questa è stata la crescita più importante. Il titolo cresciuto di quasi 8 volte, ma comunque in un arco temporale di circa 6 anni.

La seconda ondata è partita nel 2015 ed è attualmente in corso.  In questa fase la società ha triplicato di nuovo. In soli due anni e mezzo, da circa 300 dollari a quasi 1.000.

La cosa interessante è che il trend  fortemente rialzista.

Perché non conviene investire in azioni Amazon: i contro!

Naturalmente non ci sono solo aspetti positivi.

A livello fondamentale e strategico, la società ha sui singoli segmenti e/o singoli Paesi tanti concorrenti che nel loro business sono spesso anche più efficienti.

Ci sono poi i grandi competitor asiatici e cinesi, che hanno un mercato domestico enorme ed ora si stanno espandendo a livello mondiale.

Non a caso, anche nell’ultima trimestrale il comparto internazionale continua a perdere soldi. Bruciando parzialmente i profitti della divisione USA e della divisione Web Services.

Infine, non bisogna dimenticare che ad oggi Amazon è una società che, di fatto, non ha realizzato grandi profitti. Diversi esercizi sono stati chiusi in perdita e anche gli anni in utile, comunque, non sono stati sfavillanti. Di fatto, la società opera con margini molto bassi e fino ad oggi è stata più interessata ad espandere il mercato, la dimensione e le vendite, piuttosto che a migliorare i margini.

Per ora il mercato ha apprezzato premiando sempre la crescita a discapito dei profitti. Ma sappiamo che la Borsa ha un umore molto volatile e non è detto che questa “tolleranza” durerà all’infinito.

Il risultato di tutto questo è che le valutazioni sono molto alte. La società quota attualmente 200 volte gli utili e 3,5 volte i ricavi.

Conclusione: conviene comprare azioni Amazon?

Alla fine, conviene investire in azioni Amazon?

Beh, la risposta non è molto facile. Sicuramente il titolo Amazon non è adatto a chi vuole una società stabile, con dividendi regolari e solidi, e che non subisce grossi scossoni.

Nella sua storia Borsistica Amazon ha avuto due correzioni, una del 50% circa ed una del 25% circa dai suoi massimi. Oltre ad alcuni movimenti inferiori ma repentini anche del 15%. Insomma, non proprio un “titolo docile”

Tuttavia, può essere una buona società da mettere in un portafoglio di titoli stabili e tranquilli per cercare di avere degli extra-rendimenti. Certo, oggi abbiamo di fronte una società che capitalizza 470 miliardi di dollari, quindi non puoi aspettarti che cresca ancora di 2, 3 o 10 volte in poco tempo. Però il suo mercato è ancora grande e magari quando inizierà ad avere maggiore marginalità il titolo potrebbe ancora battere il mercato.

In definitiva: opera con estrema cautela perchè il titolo viene ancora considerato un titolo growth, ma non è detto che ne abbia tutte le potenzialità. Recentemente, ad esempio, la società ha mancato le stime sugli utili. 0,40$ realizzati contro 1,42$ attesi.

La quotazione Amazon è scesa del 3%, nonostante le vendite siano state migliori delle stime. Insomma, il mercato inizia ad essere meno interessato ai ricavi e più ai profitti. E questo potrebbe essere un problema per il colosso delle vendite on line.

Buon investimento.

 

 

Lascia un commento

Il tuo commento*

Your Name*
Your Webpage